LA CAMPAGNA DEL FIOCCO BIANCO SI SPOSTA SUI SOCIAL

Tante iniziative anche quest’anno, tutte sulla rete 

Sarà una campagna del Fiocco Bianco, nata per contrastare la violenza di genere, tutta sviluppata sulla rete, così come prevede la normativa anti-Covid. Un evento digitale che prenderà il via martedì 24 novembre e continuerà fino a lunedì 14 dicembre e che coinvolgerà tutti i territori della Piana di Lucca.

La presentazione delle iniziative si è tenuta questa mattina in videoconferenza alla presenza dell’assessora alle politiche di genere del Comune di Lucca, Ilaria Vietina e dell’ispettore Fabio Scalisi. Presenti anche l’assessora ai diritti del Comune di Capannori, Serena Frediani, l’assessora alle pari opportunità del Comune di Montecarlo, Simona Pieretti, la presidente del Consiglio comunale di Porcari e consigliera delegata alle pari opportunità, Francesca De Toffol, e la consigliera delegata alle pari opportunità del Comune di Pescaglia, Antonella Benvenuti.

Le iniziative cominceranno il 24 novembre quando, alle 18, a Lucca, si terrà il consiglio comunale dedicato proprio alla campagna del Fiocco Bianco: interverranno il Questore Alessandra Faranda Cordella, la presidente del Centro antiviolenza Luna Onlus, Daniela Caselli e la presidente della commissione comunale pari opportunità, Cristiana Dell’arsina. Il giorno seguente, 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, partirà la campagna “Pane, amore e…non violenza”, che coinvolge anche quest’anno tutti i comuni della Piana di Lucca: a partire da questa data, infatti, a tutti i clienti che acquisteranno il pane presso una panetteria o un alimentari di Capannori, Lucca, Altopascio, Montecarlo, Pescaglia, Porcari e Villa Basilica sarà consegnata una busta di carta su cui è riportato lo slogan “Per troppe donne la violenza è ancora pane quotidiano” tradotto in cinque lingue. Sulla stessa sono anche riportati numeri di telefono a cui rivolgersi in caso di bisogno.

Nella stessa giornata Porta Elisa sarà illuminata di arancio per la campagna Onu “Orange Day”, sostenuta anche dal Soroptimist Lucca. Illuminazioni anche a Pescaglia, dove l’amministrazione illuminerà sia il palazzo comunale sia il parco della pace a San Martino in Freddana; a Capannori, con la fontana del palazzo comunale e il parco Pandora che si coloreranno di arancione e a Porcari, che illuminerà il palazzo comunale. Ad Altopascio, invece, verrà esposto uno striscione dal palazzo comunale dedicato proprio al contrasto della violenza di genere. La giornata del 25 sarà attraversata da una vera e propria maratona social: dalle 10 alle 12 sui canali social istituzionali e delle associazioni del tavolo delle politiche di genere saranno diffusi i materiali prodotti dalle scuole lucchesi aderenti alla campagna “Fiocco bianco”; alle 16.30 sarà la volta di Tina Marinaro, coordinatrice delle campagne di Amnesty International, con “io lo chiedo”, mentre per l’intera giornata – sul canale social del Lucca Museum/Lucca Center Contemporary Art, verrà trasmesso “La violenza sulla donna nelle arti per non dimenticare”, a cura di Pink Lab.  È in programma, inoltre, una trasmissione su NoiTv con l’intervento del Questore Alessandra Faranda Cordella e con il capo della squadra mobile, Silvia Casino, mentre alle 18 si terrà il consiglio comunale di Capannori con esperti e testimoni, trasmesso sul canale YouTube del Comune.

Fino al 25 novembre, inoltre,  la Coop attiverà una campagna di raccolta fondi da donare poi ai centri antiviolenza. Il 26 novembre, dalle 15.30 alle 17, è la volta di “La bambina che aveva parole” di Maria Grazia Anatra, Elena Malaguti, docente didattica speciale all’Università di Bologna e Sonia Maria Luce Possentini, illustratrice. Lo stesso giorno, alle 18, dalla sala Pardi di Artemisia (Comune di Capannori), verrà trasmessa la conferenza online “Questo non è amore” con l’ispettore sup. Massimo Sodini.

Infine, il 14 dicembre, dalle 17 alle 19.30 si terrà la videoconferenza “Uomini e donne nel cambiamento”,  con Paolo Quattrini, psicoterapeuta e direttore Istituto Gestalt di Firenze.

Il coordinamento donne Spi-Cgil Lucca, Media Valle del Serchio e Garfagnana, declineranno la campagna del Fiocco bianco con tre manifesti diversi affissi nei vari comuni del territorio.

Share