La borragine, una pianta spontanea nei nostri campi

Una delle principali caratteristiche della pianta di borragine, dal punto di vista propriamente terapeutico, è indubbiamente quello di presentare al suo interno una buona quantità di fitoestrogeni, con cui si può incrementare utilmente il latte materno nelle puerpere e svolgere una funzione regolarizzante per quanto riguarda gli ormoni femminili.
Ad ogni modo, la borragine presenta anche un’ottima ricchezza a livello di oli essenziali, visto che può vantare un’ottima quantità di minerali essenziali, come ad esempio il calcio e il potassio, ma contiene anche acidi grassi essenziali Omega-6, che sono molto importanti per poter garantire un corretto svolgimento della funzione cardiovascolare e per conservare nel migliore dei modi la pelle e le unghie.

La borragine svolge inoltre un’interessante azione diaforetica, dato che opera direttamente sul fegato e su tutti quei sistemi di disintossicazione.
Per svolgere quest’ultima funzione, il merito è essenzialmente della capacità della borragine di incrementare la sudorazione e di favorire la rimozione di tutte le tossine mediante la pelle.
Spesso, si può sfruttare la borragine anche per dare una mano al sistema immunitario, vista la sua importante proprietà febbrifuga, che consente di allontanare la febbre alta: ecco spiegato il motivo per cui molte volte si consigliano prodotti a base di borragine nella cura di influenze e raffreddori.

foto di ParaFarmacia Cura e Natura-Lucca.

Share