La battitura della falce fienaia.32662580_10155621162531814_1047153184709017600_n

Prima di iniziare a falciare, al mattino, il falciatore, generalmente il capofamiglia, procedeva alla delicata operazione della molatura, o affilatura, della lama.Sedeva sul prato con le gambe divaricate, piantava nel terreno a colpi di martello l’” incozna”, l’incudine, arnese di acciaio con braccia a croce avente la parte inferiore a punta per penetrare nel terreno sino all’arresto delle braccia, e la parte superiore allargata, in modo da formare un piano per la battitura, temprato, durissimo. L’affilatura della lama procedeva iniziando dalla parte larga della falce e continuando a colpi di martello ritmici, sino alla punta; era un’operazione che richiedeva molta abilità.

Share