IVA MOSCATA


Ajuga iva Famiglia: Labiatae29342936_10213834081598158_5227381921028419608_n

E’ una specie erbacea perenne, Camefita suffruticosa, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae (o Labiatae).
E’ ricoperta in ogni su parte da una folta peluria, rimane esclusa solo la pagina superiore del labro inferiore della corolla.
Le piante hanno un portamento cespitoso che si origina da una base legnosa ramificata in numerosi fusti prostrato ascendenti, ricoperti dai residui vegetativi degli anni precedenti.

Le foglie sono sessili, il lembo è lineare-lanceolato, il margine da crenulato a intero, spesso revoluto. Le foglie superiori tendono a gradatamente a divenire lineari e intere.
I fiori sono raccolti in verticilli di pochi fiori all’ascella delle foglie superiori. Sono caratterizzati da un appariscente labbro inferiore trilobo e da uno superiore ridotto a due denti lanceolati ad apice ottuso.

La corolla è di colore rosa-porporino sfumante nel bianco della fauce e ha il labbro inferiore punteggiato di porpora. Nel colore bianco (talvolta giallognolo) della fauce, spicca lo stilo con il doppio stigma rosa-porporino.
Fiorisce dalla tarda primavera a tutto il periodo estivo.
Vegeta dal livello del mare fino a un’altitudine collinare, generalmente in ambienti aridi.

Etimologia: Il nome del genere deriva dal lat. ‘jugum’, giogo, preceduto da ‘a’ privativa per indicare probabilmente l’assenza del labbro superiore della corolla. Altri autori comunque danno etimologie diverse. Ciò dimostra che l’origine del nome è confusa e dubbia. Secondo Plinio “ajuga” potrebbe essere una corruzione del vocabolo ‘abigo’ “io espello” in riferimento alle proprietà medicinali del genere.
L’epiteto specifico ‘iva’ è probabilmente anch’esso una deformazione del vocabolo ‘ajuga’ >’abuga’>’iva’ , nome usato nel Medioevo per designare il genere e rimasto tale come nome comune.

Come le altre specie del genere, anche Ajuga iva è ricca di oli essenziali che esercitano un’azione tonica, diuretica e depurativa. In alcuni paesi veniva usata come una panacea.

naturopata marco pardini

Share