Installati presso la scuola dell’infanzia Caranna, a Forte dei Marmi, strumenti innovativi e tecnologici che garantiranno un monitoraggio h24 ed il pronto intervento contro i roditori.
Dopo l’installazione delle zanzariere alle scuole Ugo Guidi mirate a risolvere il problema delle mosche in classe che da molto tempo affliggeva gli studenti durante le lezioni, il consigliere alla Pubblica Istruzione, Alberto Mattugini, punta a dirimere un’altra questione di vecchia data che riguarda in particolare la scuola di Caranna. Nella struttura, a causa della predominanza di aree verdi incolte e fossi di campagna nelle immediate vicinanze, nel corso degli anni è stata varie volte segnalata la presenza di topi e molti e costanti sono stati gli interventi da parte dell’Amministrazione Comunale congiuntamente all’Asl, per cercare di eliminare la problematica.
“Abbiamo deciso come Amministrazione di intensificare il programma di monitoraggio e disinfestazione contro i roditori – annuncia Alberto Mattugini – di attivare un sistema innovativo di controllo h24, capace di inviare, in caso di presenza di roditori, un segnale alla centrale operativa, che farà scattare il pronto intervento: un progetto campione nella lotta contro i roditori, che parte dalla scuola Caranna, poiché è per noi prioritario risolvere il problema in una struttura che quotidianamente è frequentata da bambini. Questi nuovi strumenti posizionati negli spazi esterni della scuola, innovativi e tecnologici e di basso impatto ambientale in quanto privi di sostanze velenose, rispondono alla piena sicurezza dei bambini, attestata anche dal responsabile della Sicurezza e Prevenzione dell’Istituto Comprensivo e vanno a rafforzare il già esistente programma di monitoraggio e disinfestazione seguito regolarmente dagli uffici comunali, aggiungendosi ai box delle esche , ai dischi dissuasori già presenti, alla pulizia periodica dei fossi e delle aree verdi ed alle verifiche programmate con cadenza regolare.”

Share