Insieme per Altopascio “It Risorse ha 25 dipendenti in tutta Italia e  promette 30 posti di lavoro a Altopascio…. Il sindaco ne sia garante e spieghi”
Dopo le molte rassicurazioni del sindaco di Altopascio D’Ambrosio e gli annunci dell’azienda sulle assunzioni, il gruppo consiliare Insieme per Altopascio interviene sulla vicenda della It Risorse portando molti elementi nuovi.
“Le paginate di giornale di sindaco e azienda ci hanno ulteriormente incuriositi e abbiamo acquisito nuovi elementi in relazione alla It Risorse, azienda che tratta rifiuti speciali e pericolosi,come scrive essa stessa sul suo sito.
Intanto abbiamo fatto visure camerali che ci hanno fornito il dato complessivo dei loro dipendenti : sommando le varie sedi in tutta Italia si arriva a 25 dipendenti complessivi. Risulta dunque strano che a Altopascio ne assumeranno 30, numero sproporzionato rispetto alla loro attività attuale.
C’è poi il problema della legge vigente, che impone ad aziende di questo tipo una distanza di almeno 500 metri dal centro abitato. La collocazione attuale di via del Palazzaccio è ampiamente dentro la classificazione del centro abitato di Altopascio, secondo lo strumento urbanistico vigente. Comunque, attraverso il nostro capogruppo Orlandi, abbiamo chiesto al comune di fornirci una dichiarazione ufficiale  su tutto questo.
Intanto il sindaco D’Ambrosio non ha ancora risposto al nostro quesito relativo alle conferenze di servizi che hanno dato il via libera alla It Risorse ad Altopascio. Noi vogliamo sapere chi ha partecipato del comune di Altopascio alle conferenze dei vari enti che concorrono al rilascio dell’autorizzazione e che posizione ha tenuto. Le conferenze in oggetto sono del 22 Giugno 2016, 20 Settembre 2016 e 14 Dicembre 2016, mentre l’autorizzazione del comune di Altopascio è stata firmata dal funzionario responsabile Gelli l’8 Febbraio 2017.
Invece di fare comunicati veramente patetici appropriandosi di meriti che non ha, come nel caso di Essity e del suo investimento, che ha come sempre appreso dalla stampa, sarebbe meglio che D’Ambrosio  si interessasse insieme al suo tutor  ad esempio di Toscana Pane, per la quale si profilano tristi avvenimenti nei giorni prossimi. D’Ambrosio vuole nascondere una amministrazione deficitaria su tutti i fronti volendo fare credere che il tessuto economico altopascese cresce con la sua amministrazione. Peccato che da quando c’è lei si registrano solo chiusure e nessuna azienda si è insediata ad Altopascio, ad eccezione di questa che tratta rifiuti speciali e pericolosi, se proprio ne vogliamo parlare.
Insieme per Altopascio

Share