INDAGATI PER RICETTAZIONE 3 GIOVANISSIMI IN TRASFERTA A LUCCA

 

Lucca, 11 gennaio 2019. Tre giovanissimi, tutti di età compresa tra 17 e 19 anni, rispettivamente pizzaiolo, operaio e studente, sono stati denunciati in stato di libertà dai Carabinieri per il reato di ricettazione. I tre sono stati controllati a bordo dell’auto sulla quale viaggiavano dai militari, insospettitisi per il fatto che stavano effettuando una manovra di retromarcia quando poco più avanti sulla direzione di marcia corretta era in atto un posto di controllo da parte di altra forza di polizia.

 

Nel momento in cui in cui i militari si sono avvicinati, i tre giovani hanno dapprima cercato di abbandonare l’auto, poi invece, controllati, hanno riferito di aver ricevuto il veicolo in prestito dalla proprietaria, una signora residente a Pescia (PT), per svolgere alcune commissioni per suo conto. Alla guida del mezzo i Carabinieri hanno identificato un giovane italiano di minore età, chiaramente senza patente, al pari degli altri due, sia pure di anni 18 e 19. Nei confronti dell’auto è stato poi accertato essere stata presentata nella serata di ieri una denuncia di furto, da parte di una donna, residente a Pescia, la quale in quel centro aveva lasciato l’auto per poco tempo, dimenticando le chiavi inserite.

 

I tre, che non hanno fornito alcun valido motivo per giustificare la loro presenza a Lucca, sono stati denunciati per il reato di ricettazione; nei loro confronti è stata altresì avanzata la misura di prevenzione del rimpatrio con il foglio di via obbligatorio. Il minore, sanzionato anche per guida senza patente, è stato affidato ai propri genitori. La sfortunata signora di Pescia, che questa volta è potuta ritornare in possesso del suo veicolo, ricorderà per l’avvenire di non lasciare nuovamente l’auto incustodita con le chiavi inserite.

Share