Adesso cominceremo a ridere: un’inchiesta (annunciata da mesi), che parte con un arresto molto vicino al “giglio magico” di R. ..

Napoli
11:50 del 01/03/2017
Scritto da Gregorio
fonteitalianosveglia.com

Adesso cominceremo a ridere: un’inchiesta (annunciata da mesi), che parte con un arresto molto vicino al “giglio magico” di R. .. Pensiamo che ne vedremo delle belle!! E speriamo che la smettano di continuare a cercare con il lanternino le notizie su Roma e la giunta Raggi, che loro ne hanno alcune, che in quanto a gravità, sono grandi come le cime dell’Himalaia! Ci auguriamo che questa inchiesta, serva anche ad abbassare la cresta al galletto fiorentino, che gioca ancora a fare lo strafottente con tutti!!! RIDICOLO !!

Corruzione nell’ambito dell’inchiesta su Consip, la società del ministero del Tesoro che si occupa di controllare e gestire gli appalti per il pubblico. E’ questa l’accusa con cui la Procura di Roma ha arrestato l’imprenditore di origini campane Alfredo Romeo, che proprio oggi compie 64 anni.

L’indagine che ha portato al provvedimento di custodia cautelare in carcere ai danni di Romeo è la stessa, partita da Napoli e arrivata a Roma, in cui sono stati iscritti nel registro degli indagati, seppur con ipotesi di reato diverse, il ministro dello Sport Luca Lotti, Tiziano Renzi (il padre dell’ex premier), il generale Tullio Del Sette (comandante dei carabinieri) e il generale Emanuele Saltalamacchia (comandante dei carabinieri della Toscana).

Alfredo Romeo è stato arrestato dal comando Carabinieri tutela ambiente, dai militari dell’Arma di Napoli e dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Napoli.

PS. NOTIAMO con piacere che, stamattina, anche l’house organ del PD, Repubblica, mette la notizia in prima linea sul sito online … forse cominceranno anche a loro a trattare nel modo giusto, tutto il cocuzzame del giglio magggggico di R! Che fine misera per la Leopolda!! La tempistica è quella giusta, anche in vista delle primarie del PD a primavera … vogliamo proprio vedè se ancora i piddins, daranno il loro voto, al più impresentabile della lista dei candidati

Share