Inaugurato stamani (5 novembre) con un quadrangolare di calcio a 5  il nuovo campo polivalente all’interno della casa circondariale di Lucca

La nuova struttura sportiva è stata realizzata dal Comune in collaborazione con Erp e con il contributo della Fondazione Crl e della Regione Toscana. L’assessora Giglioli: “progetto nello spirito della nostra costituzione che individua nella rieducazione il compito della pena detentiva”.

E’ stato inaugurato questa mattina (5 novembre) con un quadrangolare di calcio a 5, il nuovo campo polivalente realizzato dall’amministrazione comunale all’interno della casa circondariale di San Giorgio insieme ad Erp e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Regione Toscana.

La nuova struttura sportiva, posta nel cortile del carcere, potrà essere utilizzata dai detenuti non solo per il gioco del calcio, ma anche per quello della pallacanestro e della pallavolo. L’opera, fortemente voluta dalla giunta Tambellini, va a completare una serie di interventi riabilitativi e rieducativi che il Comune ha messo in campo insieme alla Caritas e alla società sportiva Libertas, sia sul piano dell’alfabetizzazione e della formazione che su quello delle attività ludico sportive.

Questa mattina, in un clima di festa, sul campo si sono affrontate quattro squadre: due composte da persone detenute, una composta da avvocati e una composta dal sindaco e assessori della giunta. Le due squadre dei detenuti hanno vinto sia col Comune (6 a 2) che con gli avvocati (5 a 2). Per l’amministrazione comunale sono scesi in campo il sindaco Alessandro Tambellini, gli assessori Gabriele Bove, Giovanni Lemucchi, Francesco Raspini, Valeria Giglioli e Serena Mammini, Stefano Ragghianti. Presenti anche l’assessora Valentina Simi, i consiglieri Cristina Petretti e Pilade Ciardetti, Graziano Angeli e Aldo Intaschi, che hanno seguito il progetto del campo polivalente.

Al di là del risultato del torneo – ha dichiarato al termine del quadrangolare Valeria Giglioli, assessora alle politiche sociali – è stata una mattinata di festa e all’insegna dello spirito sportivo. Quello del campo polivalente è un progetto importante al quale l’amministrazione ha lavorato con grande determinazione e nello spirito della nostra costituzione che individua nella rieducazione delle persone detenute il compito principale della pena detentiva”.

Share