Grande attesa in Garfagnana per i nuovi “Operatori di turismo di ritorno alle radici”. Per la prima volta anche 10 giovani locali in uno scambio formativo tra i Paesi partner

E’ iniziato il conto alla rovescia per l’avventura di “SCORE! Support to Capacities for tOurism of Retourning Emigrants”: sabato 12 settembre prenderà avvio il nuovo programma di mobilità e apprendimento non formale rivolto ai giovani nel settore del turismo di ritorno alle radici dell’Unione Comuni Garfagnana, in partenariato con l’Associazione Lucchesi nel Mondo di Mar del Plata e Federacion de Asociaciones Italianas de Cordoba (FAIC) in Argentina, l’Associazione Lucchesi Toscani nel Mondo di Jacutinga e Associazione Giovani Cuori di San Paolo in Brasile e in collaborazione con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, La Regione Toscana, la Regione Emilia Romagna e altri partner europei – con il cofinanziamento dell’Unione Europea nell’ambito del Programma Erasmus + per la cooperazione all’innovazione e lo scambio di buone pratiche nel campo della gioventù. Sono quaranta i giovani con origini locali da Argentina e Brasile che stanno arrivando a conoscere il nostro territorio. Selezionati dai soggetti partner tramite un bando diffuso a livello mondiale tra i discendenti di famiglie emigrate dal territorio, sono pronti a svolgere un percorso formativo di una settimana presso il Parco dell’Orecchiella, nel Comune di San Romano in Garfagnana, in cui saranno alternate giornate di lezioni in aula a momenti di esperienze sul campo ed attività outdoor, accrescendo anche la conoscenza di quest’area e rafforzando la propria identità culturale in modo da farsi promotori delle sue tradizioni e tipicità presso le proprie comunità di residenza. Ad essi aggiungono nello scambio formativo, per la prima volta, dieci giovani locali opportunamente selezionati nei mesi scorsi che avranno la possibilità di rafforzare il legame già esistente tra il territorio e le comunità di emigrati presenti nell’area dei soggetti partner. E per prepararsi a questo, durante l’estate hanno svolto con entusiasmo una serie di attività propedeutiche previste dal percorso formativo di approfondimento delle lingue coinvolte nel progetto e acquisito nozioni base di marketing turistico e comunicazione attraverso il sistema di web learning Trio della Regione Toscana. Un importante contributo è stato da loro dato anche in parte dell’ideazione di attività ricreative extracurriculari e animazione locale per i partecipanti stranieri in arrivo, aspetti determinanti per una costruttiva socializzazione e condivisione del gruppo. Ecco i loro nomi: Barbara Burrelli, Alessandra Catalini, Giovanna Colombo Ferreira, Nicole Donati, Elena Giannini, Susanna Giuntini, Silvia Manetti, Sara Santini, Saverio Suffredini e Giulia Verdigi. I futuri “Operatori di turismo di ritorno alle radici” in arrivo all’aeroporto di Milano Malpensa per sabato 12 settembre saranno accolti dallo Staff “SCORE” e guidati in un percorso articolato in numerose tappe alla scoperta del territorio attraverso i suoi migliori aspetti naturalistici, paesaggistici, storico/culturali, sociali e produttivi con l’apporto teorico e nozionistico dei ricercatori della Fondazione Campus e del partner formatore Morjan di Bruxelles. Una sinergia importante finalizzata allo sviluppo di competenze professionali nel settore del turismo, del marketing turistico e della promozione dei territori locali sviluppando una nuova forma di promozione, quella del turismo di ritorno alle radici, attraverso un’esperienza di soggiorno e scambio formativo tra Paesi partner con un focus particolare sulle realtà amministrative, economiche, culturali e sociali dell’area.

gt gt1 gt2

Share