Imprese allo stremo, tra caro bollette e controllo del green pass

 

PROVINCIA – L’aumento delle bollette del gas e dell”energia elettrica sta già colpendo duramente il mondo delle imprese lucchesi. Il settore della ristorazione è già alle prese con fatture raddoppiate rispetto allo scorso anno.

Tutto questo a fronte di una situazione ancor più complicata rispetto agli inizi della pandemia: le attività possono stare aperte, ma spendono molto di più di prima e la clientela scarseggia per la paura dei contagi. Lo ha spiegato il presidente di Confcommercio Lucca e Massa Carrara Rodolfo Pasquini ospite nell’ultima puntata di Carpe diem insieme a Giuseppe Gori di POwer Energia, al presidente di Federconsumatori Toscana Luca D’Onofrio e al presidente di Coldiretti Lucca Andrea Elmi. Quest’ultimo ha tra l’altro sottolineato come il rincaro di energia stia pesando in maniera drammatica anche sulle imprese agricole del nostro territorio.
Per quanto riguarda le attività commerciali, Pasquini ha espresso perplessità sulle nuove regole in vigore dal primo febbraio che impongono il controllo del green pass anche per accedere ai negozi: è un aggravio di lavoro che non dà garanzia di sicurezza in una situazione già complicata.

fontenoitv

Share