Menesini:”La sentenza dà ragione ai cittadini e all’amministrazione. Gli uffici postali di San Ginese, San Colombano, Vorno e Lappato vanno immediatamente riaperti al pubblico”.

Il Tar della Tposte-47042_500x210oscana ha accolto la richiesta di sospensiva presentata dal Comune di Capannori del piano di ridimensionamento di Poste che prevedeva la chiusura di 5 uffici postali (San Ginese, Pieve di Compito, San Colombano, Vorno, Lappato) – poi divenuti 4 perché Pieve di Compito è stato nel frattempo salvato – e la riduzione dell’orario di apertura dello sportello di Matraia. Con il pronunciamento del Tar viene così sospeso, seppure in via provvisoria, il provvedimento di Poste per la chiusura e la riduzione d’orario degli uffici.

A dare la buona notizia è il sindaco Luca Menesini che, alla luce della sentenza del Tar, chiede con forza a Poste che i quattro uffici postali situati sul proprio territorio chiusi dallo scorso 7 settembre vengano immediatamente riaperti al pubblico e che l’orario del quinto sportello torni ad essere quello di prima.

“Il pronunciamento del Tar dà ragione ai cittadini, che vedono restituirsi almeno momentaneamente il diritto di usufruire di servizi essenziali come quelli postali, e naturalmente anche all’amministrazione che fin dall’inizio si è battuta con forza per impedire l’attuazione di un piano di ridimensionamento calato dall’alto – sostiene soddisfatto il sindaco, *Luca Menesini*-. La sentenza dice con chiarezza che prima di fare scelte di ridimensionamento dei servizi che incidono sulla qualità della vita dei cittadini Poste deve confrontarsi inevitabilmente con l’ente locale per essere in grado di avere una visione d’insieme del territorio e delle sue esigenze, in modo da trovare soluzioni alternative e innovative che siano condivise e non penalizzino la popolazione.

Auspico quindi che prevalga la ragionevolezza e che Poste si sieda attorno ad un tavolo insieme all’amministrazione per discutere insieme della questione e trovare una soluzione condivisa. Quando si tratta di servizi ai cittadini non è pensabile insomma attuare tagli lineari dettati esclusivamente da esigenze di bilancio, ma è necessario tenere conto dei bisogni della comunità. Colgo l’occasione per ringraziare il consiglio comunale e tutti i cittadini che sono stati al nostro fianco in questa importante battaglia”.

L’amministrazione comunale si aspetta che lunedì prossimo siano riaperti gli uffici postali di San Ginese, San Colombano, Vorno e Lappato chiusi ingiustamente lo scorso 7 settembre e che venga ripristinato il precedente orario di apertura dello sportello di Matraia. Il Comune vigilerà affinché il provvedimento del Tar venga rispettato in attesa della sentenza definitiva.

Share