LA PITTURA CHE SUONA 2019/2020

Dialoghi tra musica ed arte – III ciclo

 incontro: Il suono invisibile. Leonardo da Vinci e la musica del suo tempo

 

(Lucca-4/12/19) Prende il via sabato 7 Dicembre alle 16.00 presso l’auditorium dell’agorà il terzo ciclo di incontri “La pittura che suona. Dialoghi tra musica ed arte” a cura dell’associazione musicale Concentus Lucensis. 8 appuntamenti con la musica e l’arte che vedranno alternarsi, da dicembre fino al prossimo maggio, musicisti, storici dell’arte, musicologi ed alcune classi del Liceo musicale Passaglia di Lucca.

Il progetto giunge quest’anno alla sua terza edizione ed accoglie al suo interno differenti percorsi interdisciplinari, che si snodano dal Medioevo fino ai rapporti tra musica e pittura contemporanei. L’idea di fondo è quella di dare suono all’immagine pittorica, far suonare la pittura mostrando gli strumenti rappresentati nelle opere d’arte analizzate di volta in volta e facendoli suonare dal vivo mediante l’esecuzione di brani contestuali.

 

Il primo appuntamento si intitola “Il suono invisibile” ed è un omaggio alla figura di Leonardo e alla musica del tuo tempo nel 500° anniversario della morte. Ad esibirsi Stefano Albarello (canto, liuto e organetto), Linda Severi (flauti), Rosita Ippolito (viella) ed Amerigo Fontani (letture).

 

Il secondo incontro della rassegna, “Iconografia di un’edizione postuma. I quintetti di Boccherini alla Nazione francese”, si terrà sabato 25 gennaio alle 16.30 presso la Casermetta di S. Colombano, in collaborazione col in Centro studi Boccherini, e vedrà la conferenza dello studioso Marco Mangani. A seguire sabato 29 febbraio alle 16.30 presso l’auditorium del Liceo Musicale di S. Agostino un incontro nel segno di P. Longhi, dal titolo “P. Longhi tra musica e cultura e società nel ‘700”, in collaborazione con il Settecento musicale a Lucca, a cura di Francesca Mascolo e Mauro Lovi, accompagnati dalle note dei musicisti del Concentus Lucensis e delle classi di musica d’insieme del Liceo musicale. Domenica 22 Marzo è prevista la visita alla Pinacoteca nazionale di Bologna ed al museo di S. Colombano, in occasione dell’anniversario della morte di Raffaello, a cura di Liuwe Tammninga e Stefano Albarello.

Si prosegue sabato 4 Aprile alle 16.30 nell’auditorium del Liceo Musicale di S. Agostino con la conferenza dal titolo “Dialoghi tra arte, musica e danza. Dall’impressionismo alle avanguardie storiche”, tenuta da Paolo Bolpagni, direttore della Fondazione Ragghianti. Sabato 18 Aprile alle 16.30 ancora nell’auditorium del Liceo musicale “Ritratti di …chitarre nell’arte moderna e contemporanea” a cura di Alessandra Trabucchi con le esecuzioni delle classi di chitarra del Liceo musicale ed infine giovedì 30 Aprile alle 16.00 al Museo Nazionale di Villa Guinigi l’incontro “Gli strumenti musicali nell’arte medioevale”, una visita guidata con musica a cura del Concentus Lucensis, Stefano Albarello e dello staff del museo, in collaborazione con Lucca Classica.

L’evento di chiusura è previsto per sabato 2 maggio alle 16.00 al Museo Nazionale di Palazzo Mansi ed avrà titolo “Rutilio Manetti il Trionfo di David Concerto di… Piffari…e trombetti” ancora a cura di Stefano Albarello, del Concentus Lucesis e dello staff del museo.

 

Il progetto, ideato da Linda Severi, è sostenuto dal Concentus Lucensis e dalla Fondazione Cassa di Risparmio e si avvale di numerose collaborazioni, tra cui la Direzione del Museo Nazionale di Villa Guinigi e di Palazzo Mansi, il Polo museale della Toscana, il Centro studi Boccherini, la SIEM. Non da ultimo, l’Ufficio scolastico territoriale IX di Lucca e Massa Carrara e l’IC Lucca 2 hanno riconosciuto “La pittura che suona. Dialoghi tra musica ed arte” come attività di formazione per gli insegnanti; chi fosse interessato deve iscriversi a siemlucca@gmail.com.

 

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero e gratuito. La programmazione completa dell’associazione musicale Concentus Lucensis è consultabile sul sito www.concentuslucensis.it e sulla pagina Facebook dell’associazione. Per informazioni: severilinda@gmail.com.

 

Share