IL SUGO INTORDELLATO, SAPORE DI ALTRI TEMPI

 


cosa d’altri tempi, la ricetta della nonna, della mamma, solo pochi lo cucinano ancora eppure fino a pochi anni fa era ogni volta sulle nostre tavole oggi è difficile che venga cucinato eppure ci vogliono cinque minuti per farlo, un vero peccato aver perso quei sapori e quei profumi.


Il sugo intordellato non è altro che far avanzare il ripieno dei tordelli lucchesi per poi aggiungerlo al sugo pochi attimi prima di condire la pasta, ma per coloro che vogliono aggiungerlo al sugo di una semplice pastasciutta ecco come si fà.


Si trita un pugno di bietoline lessate e strizzate, una grattugiata di noce moscata, un cucchiaino di foglie di peporino (timo) sale e pepe, una manciata di ricotta freschissima, parmigiano grattugiato, un uovo, si mescola tutto per bene, si mette in una pentolina, si aggiunge un goccio di acqua calda, una noce di burro, si scalda per un paio di minuti per amalgamare i sapori, si aggiunge al sugo di carne che vi serve per condire quattro porzioni di pasta e il vostro sugo intordellato è pronto.


Niente di più facile e di più buono di un sugo di carne intordellato, provare per credere, rinnoviamo la tradizione.

FONTE EZIO LUCCHESI

Share