IL SUGO DI CARNE INTORDELLATO

Quando, per il pranzo della domenica, la mamma preparava la pasta tordellata era una vera festa. Una vecchia ricetta versiliese (ma anche lucchese aggiungo io) che, con molta semplicità, ricorda il sapore dei nostri tordelli (tortelli) di carne.

Per cominciare va scelta la pasta, che potrà essere una buona pasta all’uovo, in forma di lasagnette, maltagliati, tacconi o che dir si voglia ma il top del sapore si raggiunge con i tordelli lucchesi. Se ci sarà il tempo, una pasta all’uovo fatta in casa sarà l’ideale, magari spegnendo la farina non con solo uovo ma anche con un po’ di acqua per ottenere una consistenza più farinosa dopo la cottura.
Preparate poi un buon ragù con carne di manzo e un po’ di carne di maiale. Per farlo più ricco potete aggiungere nella pentola un osso di bistecca, che sarà poi ottimo da spolpare dopo le circa due ore di cottura del ragù.

A parte, in una terrina, mettete un uovo, parmigiano, bietole o spinaci lessati e tritati sul tagliere, noce moscata, sale e pepe. Amalgamate questo composto e poi, prima di andare in tavola, mescolatelo al ragù negli ultimi 5 minuti di cottura.

Lessate le lasagnette in abbondante acqua salata e servitele fumanti coperte da abbondante sugo e una grattata di parmigiano a piacere.
Ingredienti per 6 persone.


Per la pasta utilizzate 2 etti di farina di grano duro, 2 etti di farina 00, 1 uovo, acqua e sale quanto basta.
Per il ragù: 4 etti di carne macinata tra manzo e maiale (ideale sarebbe prendere il pezzo di carne intero e tritarlo in casa), che aggiungerete a un soffritto fatto con una costa di sedano, una piccola carota, una cipolla e un po’ di prezzemolo. Passata di pomodoro o pomarola casalinga. Sale.
Per l’aggiunta finale: un uovo, 30 grammi di parmigiano, 2 etti di bietola o spinaci lessati, una bella spolverata di noce moscata, sale e pepe.
FONTE EZIO LUCCHESI

Share