Il sindaco Fornaciari si esprime in modo netto  sul progetto di sostituzione della macchina continua  alla Ds Smith: “Nessuna preclusione, ma servono 

precise condizioni per il rispetto della tutela ambientale” 

“Nessuna preclusione all’intervento, purché siano rispettate una serie di condizioni molto precise”.

Il sindaco Leonardo Fornaciari, che ha delegato a sé anche il settore dell’Urbanistica, si esprime in modo netto sul progetto di sostituzione della macchina continua proposto dalla Ds Smith e sul quale è in corso un procedimento Via (Valutazione di Impatto Ambientale) in Regione Toscana. 

Per l’amministrazione comunale si tratta di un intervento fattibile ma che deve necessariamente rispettare alcune prescrizioni precise dal momento che dallo studio presentato si registra un aumento di produzione e quindi l’incremento dei mezzi pesanti sia in entrata che in uscita. 

“Questo ci impone di essere molto attenti. Innanzitutto – spiega il sindaco – l’aumento del traffico deve essere sterilizzato utilizzando in maniera marcata il binario ferroviario che si trova vicinissimo all’azienda. Serve quindi una cosiddetta cura del ferro. Non solo. La moderna tecnologia (Best Available Technology) ci mette a disposizione anche camion che non producono emissioni (trasporto pesante a metano ed elettrico) e consente di garantire un basso livello di emissioni in atmosfera della linea produttiva oltre a ridurre sensibilmente il consumo di acqua necessaria per il ciclo”.

L’amministrazione insiste anche sulla necessità di avere un occhio di riguardo anche al prelievo delle acque e di conseguenze garantire la tutela del mondo agricolo. “L’azienda – prosegue Fornaciari – al fine di ridurre l’emungimento di acqua dal sottosuolo chiede di prelevare in superficie dal rio Fossanuova. Si tratta di una impostazione condivisibile, tuttavia deve essere chiaro che questa operazione non può e non deve assolutamente danneggiare gli agricoltori che con tale acqua irrigano le loro colture. Alcuni cittadini hanno inoltre segnalato che spesso cattivi odori si generano dal depuratore aziendale quindi il management aziendale deve tenere conto anche della qualità della vita e della sostenibilità. Pertanto – aggiunge il sindaco – vanno messe in campo azioni operative che eliminino questo fastidioso fenomeno”.

L’amministrazione comunale riconosce a Ds Smith un ruolo importante nel contesto industriale del territorio e lo riconosce come patrimonio della comunità. “Sono fiducioso – conclude Fornaciari – che si creeranno le condizioni affinché l’azienda possa continuare a creare ricchezza per la comunità senza tralasciare mai la tutela e la sostenibilità ambientale, che rappresenta una caratteristica primaria delle realtà produttive porcaresi”.

Share