Il sindaco di Stazzema scrive a Remaschi: “No alla raccolta funghi nel week-end per i non residenti”

STAZZEMA – Stop alla raccolta funghi nel week-end a Stazzema per i non residenti. La richiesta proviene dal sindaco Maurizio Verona che con una lettera all’assessore alle politiche forestali della Regione Marco Remaschi, ha espresso la necessità di emettere un provvedimento per far fronte a quella che, stando alle parole del sindaco, sembra essere diventata una vera e propria invasione del territorio

–  fontenoitv

“I fungaioli del sabato e della domenica sono diventati sempre più numerosi – dice il primo cittadino di Stazzema – e stanno devastando il territorio spesso causando disagi in una zona sempre più delicata e che necessita di essere tutelata”. Una richiesta nuova e inconsueta in Alta Versilia, che potrebbe registrare effetti rilevanti sul turismo e che pone dei dubbi sulla modalità, ad esempio, con sui si distinguerà un cittadino del comune, da un altro non residente. “Questa aggressione al territorio – insiste il sindaco – lo impoverisce con danni ambientali che ricadono poi sui cittadini – quindi crediamo sia giusto limitare secondo quanto prescritto dalla normativa la raccolta dei prodotti della nostra terra salvaguardando un territorio che altrimenti rischia di impoverirsi. Per questo chiediamo alla regione Toscana il divieto assoluto di raccolta dei funghi nel periodo che va dal 30 giugno al 31 ottobre per il 2018, 2019 e 2020, fatti salvi i diritti dei residenti. Il divieto di raccolta, non dovrà applicarsi ai titolari delle autorizzazioni alla raccolta dei funghi a fini scientifici e didattici.

Share