Il sindaco di Pescia Oreste Giurlani scrive a Prefetto e Questore
“IL Commissariato di Pescia è da troppo tempo senza dirigente”
Il sindaco di Pescia Oreste Giurlani ha inviato nella giornata di giovedì 4 agosto una lettera al Prefetto e al Questore di Pistoia per manifestare la propria preoccupazione in relazione alla mancata nomina del dirigente del Commissariato di Pescia il cui posto, da quando la precedente comandante Floriana Gesmundo ha lasciato la sede, rimane vacante.
“Pur avendo il massimo rispetto delle dinamiche di realtà complesse come quelle inerenti le forze dell’ordine, come sindaco della città e quindi molto interessato al mantenimento di un livello di sicurezza elevato, mi sono permesso di sollecitare ai due soggetti più rilevanti in questo settore, Prefetto e Questore, per fare in modo che quanto prima questa lacuna venga colmata- spiega il sindaco di Pescia Oreste Giurlani-. Con questa mia richiesta non entro assolutamente nel merito dell’attività del Commissariato di Pescia, da sempre presidio importantissimo per la nostra zona e per la Valdinievole tutta, né un atto di sfiducia nei confronti di chi sta operando nel migliore dei modi per garantire l’ordine e la sicurezza del territorio, ma la figura del comandante, anche come interlocutore dell’amministrazione comunale e non solo, è un fattore che non può essere trascurato.
Si tratta anche di un aspetto di attenzione e rispetto per i cittadini di Pescia- continua e conclude Oreste Giurlani – . Sapere che ormai da molti mesi non è stato incaricato nessuno per svolgere il ruolo di comandante di questo presidio così importante può anche essere interpretato come un segnale di scarsa attenzione verso la comunità. Noi, che abbiamo sempre interagito e collaborato con tutte le forze dell’ordine, auspichiamo che questa nomina avvenga quanto prima per dare ancora più forza alla nostra azione quotidiana di contrasto e prevenzione della criminalità, per fortuna ancora ridotta a Pescia, ma, proprio per questo, non intendiamo abbassare assolutamente la guardia e vogliamo mantenere un livello e una percezione di sicurezza del tutto elevati”

Share