Il Santo del giorno, 6 Settembre: Profeta Zaccaria

Zaccaria (… – IV secolo a.C.) è uno dei dodici Profeti minori.

6 sett ZaccariaIl suo nome significa “Jahvé ricorda” ed è autore dell’omonimo libro classificato tra i libri profetici (detti Neviìm) nella Bibbia ebraica e nell’Antico Testamento nella Bibbia cristiana.

Visse nel periodo dopo l’esilio babilonese e si preoccupò molto della ricostruzione del tempio di Gerusalemme. Come il profeta Ezechiele ebbe un’estrazione sacerdotale.

 Zaccaria fu chiamato al ministero profetico nel 520 a.C. Mediante visioni e parabole, egli annunzia l’invito di Dio a penitenza, condizione perché si avverino le promesse. Le sue profezie riguardano il futuro del rinato Israele, futuro prossimo e futuro messianico. Zaccaria mette in evidenza il carattere spirituale del rinato Israele, la sua santità. L’azione divina in quest’opera di santificazione raggiungerà la sua pienezza col regno del Messia. Questa rinascita è frutto esclusivo dell’amore di Dio e della sua onnipotenza. L’alleanza concretizzata nella promessa messianica fatta a David ripiglia il suo corso a Gerusalemme. La profezia si avverò alla lettera nell’entrata solenne di Gesù nella città santa. Per questo Zaccaria, assieme ad Elia è il profeta più citato dai Vangeli. Appartenente alla tribù di Levi, nato a Galaad e ritornato nella vecchiaia dalla Caldea in Palestina, Zaccaria avrebbe compiuto molti prodigi, accompagnandoli con profezie di contenuto apocalittico, come la fine del mondo e il doppio giudizio divino. Morto in tarda età sarebbe stato sepolto accanto alla tomba del profeta Aggeo, che come Zaccaria, dopo la schiavitù babilonese, finita per la conquista persiana, incitava Israele alla ricostruzione del Tempio e ad una nuova alleanza messianica con Dio.

Share