IL RISOTTO MARZOLINO

 

Questo risotto si fà proprio ora, fine febbraio e marzo, buonissimo è un risotto da provare immediatamente.

una manciata di erbe e foglie (Tarassaco, foglie di primula, pratolina e ortica)
mezzo bicchiere scarso di vino bianco, un pizzico di pistilli di zafferano, una noce di burro, sale e pepe.


Ho preparato un brodo , in un tegame ho soffritto nell’olio lo scalogno tritato finemente e quando ha cominciato a imbiondire ho aggiunto il riso e l’ho lasciato tostare un paio di minuti, quindi ho sfumato con il vino bianco e quando l’alcol è evaporato ho cominciato ad aggiungere il brodo poco alla volta.

Mentre il risotto cuoceva pianin pianino a fiamma moderata, ho pulito e lavato le erbette, le ho tagliate grossolanamente e, quando mancavano circa dieci minuti alla fine della cottura, le ho unite al riso assieme ai pistilli di zafferano e ho continuato ad aggiungere il brodo (eventualmente aggiustare di sale). A cottura ultimata ho mantecato con il burro e insaporito con una gattata di pepe. Impiattato e decorato con i fiori di primula, che sono commestibili e che mangio in quantità quasi industriale)

Share