Il regista Paul Haggis condannato a risarcire una donna per stupro

 

Dovrà pagare la non modica cifra di 7,5 milioni di dollari per risarcire la publicist Haleigh Breest, che nel 2017 lo aveva accusato di averla violentata quattro anni prima.

 

Il processo civile a Manhattan è durato due settimane. Haggis, che in giugno è stato arrestato e poi rilasciato in Italia per aggressione sessuale aggravata, ha 69 anni, la Breest ne aveva 26 all’epoca dei fatti.

 

Autore anche della sceneggiatura di un altro film premio Oscar, ‘Million Dollar Baby’, Haggis aveva incontrato la Breest quando lei lavorava a New York nella promozione di eventi cinematografici. La donna ha fatto causa nei primi mesi del movimento #MeToo, scaturito dalle accuse all’ex boss di Miramax Harvey Weinstein da parte di una novantina di donne di essere un predatore seriale.

 

Nella azione legale civile si afferma che, dopo una prima, Haggis aveva invitato la Breest nel suo loft a Soho, dove l’aveva costretta a un atto di sesso orale e poi l’aveva stuprata. Il regista, che non deve risponderne penalmente, aveva replicato che il rapporto sessuale era stato consensuale. La giuria di sei persone ha impiegato quasi sei ore prima di raggiungere il verdetto che ha accolto la versione della Breest: la donna ha testimoniato che non si era sentita di rifiutare l’invito a casa di Haggis, a causa della sua statura come vip di Hollywood.

D.V.

 

Share