il punto della situazione sulle attività culturali della Fondazione Terre Medicee e sui lavori a Palazzo. La mostra estiva e il rilancio di Seravezza Fotografia

«Confidiamo di tornare nella piena disponibilità di Palazzo Mediceo ad aprile e di ripartire con l’attività espositiva a maggio. Ma in prospettiva guardiamo già al 2022, anno in cui sarà importante ripresentare al completo tutte le principali attività della Fondazione, ivi compresa l’esperienza di Seravezza Fotografia».

Così l’assessore alla promozione e valorizzazione del territorio Giacomo Genovesi nel fare il punto della situazione sulle attività della Fondazione Terre Medicee alla luce delle limitazioni imposte dalla pandemia e dei lavori in corso a Palazzo. «Ieri abbiamo compiuto un sopralluogo al cantiere con i tecnici e con i responsabili dell’impresa esecutrice», spiega l’assessore. «Al piano nobile e al piano del Museo i lavori per la realizzazione del nuovo impianto di climatizzazione sono pressoché conclusi. Mancano solo le coperture dei fan coil e vanno trattati i pavimenti. Ora l’intervento si concentrerà sul piano terra, sede della Biblioteca, dell’Archivio storico e degli uffici della Fondazione. Contiamo di veder concluso l’intervento ad aprile. Nei prossimi giorni faremo un nuovo sopralluogo per pianificare il ripristino delle pannellature espositive al piano nobile perché stiamo già pensando all’allestimento della mostra dell’estate. Un’esposizione d’arte che ci accompagnerà da maggio a settembre, restituendo finalmente Palazzo Mediceo al suo affezionato pubblico. Stiamo mettendo a punto gli ultimi dettagli. Annunceremo ufficialmente la mostra nelle prossime settimane. Da settembre in poi è già confermata la nuova edizione de “Le Mani – Alfabeto Artigiano” in collaborazione con CNA Lucca».

Con la conclusione dei lavori riprenderanno anche le attività della Biblioteca comunale e riaprirà il Museo del lavoro e delle tradizioni popolari, ammesso che le misure anti-Covid lo consentano fin da questa primavera.

«La situazione d’incertezza che ha preceduto l’avvio del cantiere e che sta caratterizzando tutta questa fase pandemica ha provocato la forzata sospensione di Seravezza Fotografia, una delle manifestazioni di punta della Fondazione Terre Medicee», conclude l’assessore Genovesi. «È un evento da riprendere e far crescere, proprio anche alla luce delle nuove potenzialità espositive di Palazzo Mediceo. In Fondazione stiamo ragionando su questo e ci stiamo aprendo all’ascolto per raccogliere eventuali contributi d’idee e progetti da parte di associ

Share