L’amministrazione di Stazzema: “Un provvedimento che porterà benefici al turismo e creerà maggior consapevolezza”

 

Gli assessori del Comune di Stazzema replicano alla minoranza di Stazzema Bene Comune “Il progetto di istituzione di parcheggi a pagamento, come già spiegato”, commenta il   Vice Sindaco di Stazzema Alessandro Pelagatti, “nasce da un dialogo con i residenti del nostro territorio. Abbiamo voluto con questo provvedimento chiedere ai tanti appassionati di contribuire con un modestissimo contributo alla manutenzione ai luoghi che amano, ai sentieri, al decoro dei luoghi. Il popolo della montagna è per definizione rispettoso, educato, ma nel momento del massimo afflusso capita che il parcheggio sia selvaggio e disordinato e abbiamo voluto regolamentare”.

E’ notizia di oggi che nel paese di Pruno un veicolo abbandonato in maniera selvaggia senza rispetto dei luoghi e delle regole ha impedito il transito del mezzo del trasporto pubblico che ha perso due ore prima di poter poter transitare.

“Le montagne andrebbero frequentate e vissute per proporre ricette sulla loro valorizzazione”, prosegue Alessio Tovani , assessore all’ambiente, “Il gruppo Stazzema Bene Comune dimostra con le sue affermazione di non avere la fotografia  della situazione di ciò che accade sui nostri monti e delle attività che insistono sul territorio. All’opposizione abbiamo due consiglieri che hanno avuto per 12 anni il ruolo di assessore alle attività produttive senza aver fatto niente e senza aver beneficiato in termini di conoscenza. Quando abbiamo adottato questa decisione, abbiamo prima valutato l’impatto che avrebbe- Abbiamo ritenuto che una regolamentazione della sosta fosse un interesse comune di tutti. Certamente siamo aperte a forme di agevolazioni ed in questo senso sono già in previsione incontri con il CAI. Crediamo che questo provvedimento porterà benefici al turismo e più consapevolezza “.

“Non ero presente, ma conosco e condivido la scelta che ha fatto la Giunta e la mia assenza è dovuta a problemi di lavoro che avevo comunicato”, commenta l’assessore al turismo Margherita Minetti, “Regolamentare il flusso non significa disincentivare, ma in certi casi aiuta anzi e siamo pronti a valutare opportunità di collaborazione con le attività presenti o corsi di montagna per collegare l’incentivo a svolgere tali attività con incentivi, sconti o forme di esenzione dal pagamento del ticket. Per la prima volta si indirizzano risorse nel nostro comune verso un obiettivo preciso che è quello della manutenzione dei luoghi e dei sentieri: risorse magari limitate ma importanti, chiedendo a tutti gli amanti della montagna di dare un modesto contributo”.

 

Stazzema, 20 giugno 2020

Share