IL PROF. PAOLO PEZZINO NON È PIÙ MEMBRO DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL PARCO DELLA PACE.

La lettera di dimissioni porta in calce la data del 25 maggio 2022 ed è indirizzata al presidente dell’Istituzione Parco nazionale della Pace e sindaco di Stazzema Sig. Maurizio Verona, al Direttore dell’Istituzione Parco Nazionale della Pace Dott. Michele Morabito e,p.c. All’Associazione Martiri di Sant’Anna di Stazzema e ai componenti del Comitato scientifico dell’Istituzione Parco nazionale della Pace. Il prof. Pezzino non si è dimesso solo dalla carica di presidente ma si è dimesso dall’organismo stesso, che è cosa assai più grave delle dimissioni da presidente. Un cattedratico della portata del prof. Pezzino che “pianta” il Comitato scientifico del Parco della Pace è una fatto enorme e non può passare sotto silenzio come è avvenuto finora. L’opinione pubblica deve sapere. Il cattedratico denuncia che dalla data d’insediamento avvenuta il 7 gennaio 2020 “nessuna delle (peraltro poche) proposte di attività avanzate è stata presa in considerazione e attuata”.
Poi ricalca la dose, scrivendo: “C’è di più: nessun coinvolgimento c’è stato anche per attività organizzate autonomamente dal Parco nazionale della Pace”.
Segnala che più volte ha “richiamato la necessità di un maggiore coinvolgimento del Comitato scientifico”.

Nella lettera fa riferimento alla presentazione del libro di Gad Lerner, notizia che ha dovuto apprenderla dalla stampa, e afferma che nonostante le assicurazioni ricevute ha dovuto prendere atto in occasione delle iniziative del 2 Giugno, che prevedevano anche la presentazione del libro Il buon tedesco di Carlo Greppi, nulla era cambiato. Anche stavolta non era stato informato e, presume, che non lo fossero stati anche gli altri membri del Comitato.
“Stanti così le cose- conclude il prof. Pezzino-, devo constatare l’assoluta inutilità del Comitato scientifico. Rassegno perciò, con effetto immediato, le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di Presidente di quest’organismo, e dall’organismo stesso.”
Pisa,25 maggio 2022. Prof. Paolo Pezzino
Giuseppe Vezzoni

Share