IL PROCURARATORE MILITARE CAPO DOTT. MARCO DE PAOLIS SUBENTRA AL PROF. PAOLO PEZZINO NEL RUOLO DI PRESIDENTE DEL COMITATO SCIENTIFICO.
Stazzema- Dopo sei mesi mezzo, di cui quattro mesi e mezzo di assoluto silenzio, il Comitato scientifico dell’Istituzione Parco nazionale della Pace ha di nuovo il suo presidente dopo le dimissioni da presidente e da membro del comitato scientifico rassegnate il 25 maggio scorso dal prof. Paolo Pezzino. Dimissioni che sono state motivate presso il sindaco di Stazzema Maurizio Verona, il Direttore dell’Istituzione Parco nazionale della Pace dott. Michele Morabito, i membri del Comitato scientifico (Dott. Marco De Paolis e professori Gianluca Fulvetti, Alessandro Romanini, Emanuel Pesi) e l’associazione Martiri di Sant’Anna con una lettera denunciante l’inutilità del Comitato scientifico e la mortificazione di non vedere accolte nessuna delle poche proposte fatte. Subentrano alle dimissioni del prof. Paolo Pezzino la professoressa Caterina Di Pasquale, autrice del libro Il ricordo dopo l’oblio, uno dei migliori libri scritti in merito alla ricerca della verità sulla strage di Sant’Anna di Stazzema, e l’on. Silvia Costa. Adesso il Comitato scientifico è così ricomposto: Procuratore Capo dott. Marco de Paolis (Presidente), prof. Gianluca Fulvetti, prof. Emanuel Pesi, prof. Alessandro Romanini, professoressa Caterina Di Pasquale e on. Silvia Costa. Evidentemente il contenuto della lettera di dimissioni scritta dal prof. Pezzino non ha trovato nei vecchi membri quella condivisione di giudizio negativo data dal loro presidente in merito alla scarsa considerazione che fino allo scorso 25 maggio avrebbe caratterizzato il ruolo del Comitato scientifico. Da oggi in poi sarà un’altra musica. Al nuovo Comitato scientifico i migliori auguri per un proficuo lavoro e perché affronti una volta per tutte la questione del numero e dell’identità delle vittime di Sant’Anna e si correggano le decine di errori fatti sulla nuova lapide inaugurata il 25 aprile 2016. La ricerca fatta sui 419 nominativi scolpiti sulla nuova lapide e raccolta nel libro L’eccidio di Sant’Anna di Stazzema. Nomi e luoghi delle vittime di Giuseppe Vezzoni e Lorenzo Alessandrini (Pezzini editore,2020) attende da oltre due anni di essere sonoramente confutata o ufficialmente riconosciuta.
Giuseppe Vezzoni 8.12.2022

Share