Coronavirus: Provo a dare risposte pratiche su cosa si può fare da domani (domenica 15) in provincia di Lucca e, in generale, in Toscana (fascia rossa).
Vi chiedo di condividere il post in modo che le persone siano informate.
Ecco le questioni:
– Rimane in vigore il divieto di spostamenti dopo le 22, se non per motivi di lavoro, salute o necessità;
– Per spostarsi anche all’interno del proprio comune, dalle 5 alle 22, ci vuole che lo spostamento sia motivato dal lavoro, dallo studio, dalla necessità comprovata o da motivi di salute;
– Posso andare in un altro comune?
Soltanto per motivi di lavoro, studio, comprovata necessità o di salute;
– Dove posso fare la spesa?
Vale la regola del marzo scorso, vale a dire si fa la spesa nel proprio comune o nel comune limitrofo se abbiamo lì il supermercato più vicino;
– Posso fare attività sportiva? Si, all’aperto e in forma individuale. Non necessariamente nelle vicinanze di casa (ad esempio, potete andare nei campi e nei parchi all’interno del comune in cui vivete);
– Posso fare attività motoria (ad esempio una passeggiata)? Sì, in forma individuale, e nelle vicinanze di casa;
– Posso andare dal parrucchiere o dal barbiere? Queste attività sono aperte anche in zona rossa, quindi sì.
Si va dal parrucchiere o barbiere del proprio territorio. Si può andare a quello di un altro comune solo nel caso in cui l’attività non sia presente nel proprio comune;
– Posso andare in un negozio di commercio diverso da quelli di generi alimentari? Sì, in quelli aperti che sono: surgelati, informatica ed elettronica, tabacchi, telefonia, ferramenta e prodotti per la casa, articoli igienico sanitari, attrezzature e servizi per l’agricoltura, elettricità, librerie, edicole, cartolerie, abbigliamento e calzature per bambini, articoli sportivi e tempo libero, autoveicoli e accessori, giocattoli, farmacie, medicali, profumerie, erboristerie, fiori, animali, ottici e fotografi, combustibili, distributori automatici, ambulanti dei settori concessi, vendita via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono di qualsiasi prodotto, lavanderie e pompe funebri;
– Possono portare la macchina dal meccanico?
Sì, meccanici, officine e artigianato di servizio come falegnami e idraulici non sono oggetto del decreto e pertanto aperti in tutte le zone;
– Posso vedere i miei figli minorenni se sono separato/divorziato?
Si, ovviamente.
– Posso andare a raccogliere le olive o a curare l’orto nel terreno che ho in un altro comune?
Sì, perché le olive sono un bene deperibile e quindi la raccolta va fatta adesso, non si può rinviare e l’orto va curato;
– Posso sforare l’orario di stop agli spostamenti delle 22 se il frantoio mi dà appuntamento tardi?
Sì, se il frantoio non ha altri orari è ritenuta una motivazione di lavoro. Si può andare anche a frantoi fuori dal proprio comune;
– Posso andare ad accudire i cavalli o altri animali che ho in un altro comune?
Sì, ovvio, gli animali vanno accuditi;
– Posso andare a prendere un caffè, un gelato, un panino, una pizza o un pranzo in un locale (bar, pasticceria, gelateria, ristorante, pizzeria) e consumarlo a casa o in ufficio?
Sì, puoi. Dalle 5 alle 22, tutti i giorni. Anzi, vi dico che chi può lo faccia. Diventi un’abitudine anche in Lucchesia. Nelle grandi città è una pratica consolidata, noi appropriamocene.
Sfruttiamo questa situazione anche per sperimentare cose nuove che possono essere belle e da continuare a fare anche dopo;
– Posso farmi consegnare a casa la colazione, una pizza, una cena, un gelato, un dolce o pasticcini?
Sì, puoi. Senza limiti di orario se non quelli che dà l’attività.
Anche questo, chi può lo faccia.

Share