Prestigioso riconoscimento per il Presidente ANMIC di Lucca, Cav. Salvatore Piliero alla Camera dei Deputati

un segno per il presidente di un’associazione a favore dei disabili che come nessun altro si è speso a favore della categoria.

 

 

 

IMG-20160418-WA0021

senza mancare mai un giorno, combatte una lotta senza pari, a difesa della categoria degli invalidi civili, ma a livello nazionale, si è speso come quest’uomo giunto a Lucca all’inizio degli anni ’70, dalla lontana Basilicata. E con una competenza che spesso ha superato anche funzionari o politici che si sono occupati dei problemi dell’handicap e dei disabili. Tanto, che ha dato il suo contributo fattivo, prima a Roma e poi da Lucca, alle principali leggi, da quelle sulle barriere architettoniche a quelle fondamentali sull’occupazione, a favore di una categoria che ha sepre stentato a veder riconosciuti i propri diritti. Anche se oggi, grazie ad uomini come il Cav. Salvatore PIliero, la situazione è cambiata moltissimo. Giusto riconoscimento quindi al Cav. Piliero che, unico caso in Italia, con dignità e correttezza morale riconosciuta da tutti, guida l’Associazione lucchese addirittura dal 1974!

Per tutti questi meriti (l’ANMIC di Lucca è giunta a contare in certi periodi anche 6.000 iscritti! con sedi a Viareggio, in Media Valle e in Garfagnnana!) Piliero è stato sempre presente nel Conmitato centrale romano di questa associazione che ha per legge la legale rappresentanza della categoria e, assieme al mitico presidente nazionale Alvido Lambrilli, scomparso nel 2002, hanno scritto le pagine più belle per cambiare la storia italiana dei disabili, un tempo, – non scordiamocelo mai! –  costretti a mendicare, come adesso certi immigrati, davanti alle chiese o nascosti, come se fossero una vergogna! nelle proprie case!

Quindi non direi giuto, ma doveroso, questo prestigioso riconoscimento per il presidente provinciale dell’Anmic di Lucca, Salvatore Piliero, che ha ricevuto  il 14 aprile scorso, presso la Camera dei Deputati, nella sala Regina di Montecitorio, dove si è svolta la cerimonia commemorativa per i sessant’anni dell’ANMIC.

Erano presenti il Ministro del lavoro Giuliano Poletti e della sanità Beatrice Lorenzin oltre a parecchi deputati. In quell’occasione sono stati premiati tre  presidenti provinciali che si sono particolarmente distinti, a livello nazionale, nell’attività dell’Associazione al servizio degli invalidi e dei disabili.

Al Presidente Piliero è stata consegnata una targa per la “dedizione associativa” mentre il conduttore della giornata, il giornalista Franco Di Mare, ha letto le motivazioni :” per la meritoria, costante, leale attività che ha contribuito al riconoscimento giuridico , al conseguimento del più alto livello legislativo a favore della categoria”. A consegnare la targa è stato il Presidente nazionale dell’ANMIC Rino Pagano. Pagano ha espresso riconoscenza per l’azione quotidiana che le delegazioni provinciali svolgono con impegno e dedizione. Piliero si è detto commosso per un simile riconoscimento che infonde all’Associazione ancora più forza e voglia di combattere per i sacrosanti diritti delle categorie più deboli. Anche il Consiglio Provinciale ha espresso grande soddisfazione per il riconoscimento che ha voluto giustamente gratificare il suo Presidente per la sua instancabile attività.

SCRITTO DA DANIELE VANNI

 

Share