Tradizioni: il pietrasantino ed i dialetti della Versilia, un incontro nel Chiostro di S. Agostino con storici, scrittori ed attori

Pietrasanta esplora le sue radici linguistiche con la prima edizione di “Omaggio alla Versilia e ai suoi dialetti – Incontro sul teatro popolare, dialetto e tradizioni del popolo versiliese” in programma venerdì 17 maggio alle ore 16.30 presso la Sala dell’Annunziata del Chiostro di S. Agostino.

L’evento è organizzato dall’Assessorato alla Tradizioni Popolari del Comune di Pietrasanta, in collaborazione con l’Istituto Storico Lucchese “Versilia Storica” e con l’Associazione Arte e Cultura. “La Versilia è una meta unica e riconoscibile anche per il suo dialetto, per i suoi aforismi, i sui modi di dire e l’inconfondibile accento – spiega Andrea Cosci, Assessore alla Tradizioni Popolari – celebre grazie al cinema, teatro e alla letteratura. E’ un elemento di unione, un tratto della nostra identità che non dobbiamo assolutamente disperdere. Omaggiare in nostro dialetto significa ripercorrere anche la storia della nostra città e delle nostre famiglie; significa non dimenticare mai le nostre radici e sentirsi orgogliosi del proprio territorio. Di essere pietrasantini. E noi lo siamo”.

 

 

 

 

 

 

Dai termini dialettali versiliesi partendo da un inedito elenco a cura dello storiografo Vincenzo Santini ai caratteri e dialetti della Versilia Storica passando per l’utilizzo del dialetto nel teatro sociale fino al laboratorio su come creare una scenetta: sono alcuni dei temi al centro dell’incontro. Tanti i relatori chiamati a portare il loro contributo. Ci saranno Luigi Santini, presidente dell’Istituto Storico Lucchese “Versilia Storica”; Alessandro Alessandrini, scrittore ed interprete del dialetto versiliese; Ezio Marcucci, storico scrittore e cultore delle tradizioni popolari della Versilia; Lora Santini e Antonio Meccheri, attori e scrittori. Modera l’incontro Pietro Lupoli, presidente dell’Associazione Arte e Cultura.

Share