Il pericolo nascosto di guanti e mascherine di cui (quasi) nessuno parla

Il falso senso di protezione e il loro utilizzo scorretto creano un grosso pericolo legato a guanti e mascherine che potrebbe vanificare gli sforzi della lotta contro il coronavirus.

Il pericolo nascosto di guanti e mascherine di cui (quasi) nessuno parla

I guanti e le mascherine sono essenziali nella lotta contro la pandemia di coronavirus, ma nel loro utilizzo si cela un pericolo di cui nessuno (o quasi) sta parlando.

Questo risiede non solo nel loro errato utilizzo, ma soprattutto nel falso senso di sicurezza che mascherine e guanti possono infondere nella gente comune.

Ed è così che diventa assolutamente necessaria una corretta informazione per far sì che, con l’aumento della mobilità e dei contatti derivante dall’ormai prossimo allentamento delle misure restrittive, non ci si ritrovi a gestire nuovamente l’emergenza con scarsi mezzi e un massiccio numero dei contagi contemporaneamente.

leggi anche

Coronavirus, OMS: “Il peggio deve ancora venire”

Pericolo guanti e mascherine, infondono un falso senso di sicurezza

Tra i pochi a sottolineare seriamente la pericolosità del falso senso di protezione derivante dall’uso di mascherine e guanti, avvicinandoci alla Fase 2, è Carla Tomasini, pediatra e nutrizionista infantile, sulle Stories del suo profilo Instagram.

I guanti non danno i super poteri”, ricorda la dottoressa. Non vi è alcuna “protezione automatica” data dall’indossare i guanti quando si esce dalla propria abitazione.
Per questo motivo è utile pensare a questi come una “seconda pelle”: così, se ciò che tocchiamo con i guanti è infetto e poi ci si ritrova a toccarsi gli occhi, la bocca o il naso, il pericolo di essere infettati è assai concreto. E non solo: se, dopo aver toccato una superficie infetta, si vanno a toccare altre superfici, anch’esse possono infettarsi e contribuire alla diffusione del virus.
Tanto varrebbe lasciare le mani scoperte, non toccare nulla e, soprattutto, non toccarsi naso, occhi e bocca quando si esce di casa.

Un simile falso senso si sicurezza e di protezione si genera anche mediante le mascherine, ancor più oggetto di un utilizzo scorretto.

Indossare la mascherina in modo corretto

La mascherina deve coprire bene il viso, ovvero naso e bocca. Non va messa sotto il naso con la scusa che così si respira meglio. La Fase 2 si preannuncia cruciale nella battaglia contro il virus, tutti noi siamo chiamati a praticare, con il buon senso, il distanziamento sociale utilizzando i dispositivi di sicurezza nella maniera corretta.

leggi anche

Quando avremo zero contagi: le date regione per regione

Con guanti e mascherine non siamo supereroi, ma continuiamo ad essere quel che siamo: esseri umani fragili e potenzialmente vulnerabili al contagio tramite un semplice tocco di un dito sul nostro occhio.

Facciamo tutti attenzione, per il bene di tutti.

Share