L’idea finanziata grazie ad un bando provinciale finanziato dalla Regione Toscana

CONCILIAZIONE TEMPI DI VITA E DI LAVORO: SABATO, A LAMMARI, SI PRESENTA  IL PROGETTO “IL PASTO CHE VORREI”, SERVIZIO DI FORNITURA CIBO TAKE AWAY

 

E’ in programma sabato 4 luglio, alle 11, presso “Il pesce che vorrei” del Centro commerciale Airone di viale Europa, a Lammari (Capannori), la presentazione del progetto “Il pasto che vorrei, take away per i genitori che lavorano” e dei relativi menù.

Si tratta di un progetto finanziato nell’ambito del Bando Family-friendly, conciliazione vita lavoro, emanato di recente dalla Provincia di Lucca in attuazione dell’Accordo territoriale di Genere per la promozione delle politiche concertate sulla promozione della cittadinanza di genere. Il bando è stato finanziato dalla Regione Toscana.

take-awayIl progetto “Il pasto che vorrei” promosso dalla ditta “Il pesce che vorrei” ha un occhio di riguardo a tutte quelle famiglie che lavorano e che hanno meno tempo da dedicare alla cura dei propri familiari. In occasione della presentazione dell’iniziativa sarà allestito uno spazio bimbi e sarà rilasciata la tessera Family-Friendly.

Tra i requisiti indicati nel bando provinciale c’era proprio l’obiettivo di favorire e sostenere formule organizzative e/o servizi che facilitano la conciliazione tra vita e lavoro a favore dei propri familiari, dei propri dipendenti e/o dei cittadini, incidendo sulla gestione del personale, sull’organizzazione del lavoro o promuovendo azioni di welfare.

Per informazioni: Servizio politiche giovanili, sociali, sportive e politiche di genere della Provincia – Segreteria Centro Pari Opportunità, tel. 0583/417489; mail: centro.po@provincia.lucca.it

 12807476-Grunge-wegnehmen-Stempel-Vektor-Illustration-Stockfoto

 

Share