IL PANE FATTO IN CASA

non voglio “tagliarvi subito le gambe” ma il pane per riuscure bene ha bisogno di un pò di esperienza, quindi non demordete se le prime volte i risultati potranno essere non dico deludenti ma non come volevate.
Seguite le istruzioni, il sale và messo non assieme al lievito, l’acqua per sfare il lievito deve essere tiepida, 36 gradi al massimo, la temperatura del nostro corpo, altrimenti il lievito si brucia, poi la farina è importantissima, mai la 00, preferite una farina da pane, più o meno rustica a seconda dei gusti, magari acquistata al molino se ne conoscete uno, comunque sia sempre di buona qualità.
Dovete lavorare in un ambiente confortevole, che ci siano almeno 20, 25 gradi.

Sciogliete 10 gr di lievito in un bicchiere d’acqua tiepida, in una ciotola capiente mettete un pò dei 500 gr di farina occorrenti, fate un buco al centro e mettete il lievito sciolto e fatto riposare cinque minuti, cominciate a far incorporare un pò di acqua impastate e fate riposare per venti minuti.

Se all’impasto volete aggiungere un cucchiaino di miele o zucchero o malto l’impasto se ne gioverà lievitando meglio.

Versate il resto della farina, 10 gr di sale, il resto dei 3,25 dl di acqua che vi serve mettendone poca alla volta e impastando, otterrete un impasto elastico.

Portate l’impasto sul tagliere infarinato e continuate a lavorare il vostro pane per una decina di minuti, coprite il pane con un panno e tenete a lievitare per almeno due ore in un luogo tiepido, raddoppierà di volume, impastate ancora, si sgonfierà, date una forma al vostro pane, fate un taglio sopra e lasciate riposare ancora per 45 minuti, poi infornate dapprima a 220°, poi abbassate leggermente, il tempo di cottura lo dà la grandezza del vostro pane e il vostro forno, se ne avete fatto uno grosso potrebbero servire anche 45 minuti.
RICEWTTA DI EZIO LUCCHESI

Share