Il Palio dei Micci non si farà come tutte le altre manifestazioni, secondo le indicazioni governative anti covid-19, ma i contradaioli non ci stanno a far finta di niente, e cosi’, in linea con le direttive per far fronte alla pandemia, nasce un’iniziativa che in poche ore ha raccolto, e continua a raccogliere, davvero una pioggia di adesioni: il gruppo social “PALIO VIRTUALE 2020”!

La pagina è dedicata ad una delle manifestazioni piu’ importanti della Versilia Storica, dove da diverse ore vengono postate le immagini piu’ belle degli eventi trascorsi, una vera e propria chicca per gli appassionati, che sarà anche un prezioso archivio di bellissimi ricordi. Dal passato alle foto piu’ recenti, i contradaioli si sono scatenati e il gruppo continua a crescere, l’obiettivo è quello di arrivare, nel giro di poco, a 1000 followers ma non sarà nemmeno difficile superarli.

Abbiamo immediatamente contattato il Presidente della Pro Loco, Gianluca Ceragioli, sempre molto gentile e disponibile, che si è detto entusiasta dell’iniziativa intrapresa da Giancarlo Giannini, accanito contradaiolo della Quercia, anzi, ha aggiunto che apprezza ed incoraggia le adesioni, tant’è che è stato proprio lui uno dei primi a postare le foto di come viene solitamente allestito lo Stadio del Buonriposo, durante la competizione, perché anche il lavoro logistico e organizzativo è di vitale importanza per la buona riuscita di questa splendida kermesse dal sapore medievale, che tiene impegnati per l’intero anno tutti coloro che vi gravitano attorno.

Proseguendo piu’ dettagliatamente, il Presidente Ceragioli ha spiegato che la competizione, nota come Palio dei Micci, funziona come un unico cuore pulsante per tutte le Contrade, l’albero motore che fa muovere gli ingranaggi, alimentando la passione e la dedizione di tutti i partecipanti con un’inarrestabile e travolgente forza motrice.

Insieme alla creazione della pagina dedicata, infatti, ci sono già anche altre proposte per mantenere viva l’attenzione su questo evento e cercare, al contempo, di trovare uno spazio dove far letteralmente esplodere questa carica positiva, nonostante le misure di isolamento sociale.

Il Presidente ha infine ricordato che per il 3 maggio prossimo, giorno in cui avrebbe dovuto tenersi la manifestazione, alle ore 16.00 in punto, è previsto un flash mob durante il quale gli appassionati intoneranno l’Inno del Palio, un pezzo comune a tutte le contrade . Altri chiedono che la sera della Veglia ci sia un’esibizione di almeno 5/6 minuti, a rotazione, con chiarine e tamburini, oppure promettono di allestire strade e case come se, l’indomani, tutte i partecipanti sfilassero verso lo stadio. Iniziative, queste, che  naturalmente avverranno nel pieno rispetto delle misure previste per la salvaguardia della salute pubblica ma in modo tale da raggiungere il cuore di coloro che amano questo suggestivo evento e che ne sentono forte la mancanza. Il flash mob era già stato organizzato per il Festival del Miccio Canterino, e aveva riscosso un notevole successo.

Insomma, l’ormai famoso “DISTANTI MA UNITI” ha conquistato anche i contradaioli versiliesi.

 

Share