La leishmaniosi canina è un’infezione parassitaria causata da protozoi che attaccano il sistema immunitario dell’animale. Quando propagato, può raggiungere organi come fegato, milza e midollo osseo, portando alla morte.

Fino al 2016, ai proprietari di cani a cui è stata diagnosticata la malattia è stato ordinato di eutanasia.

Da allora, questa realtà è cambiata poco, anche dopo l’autorizzazione tecnica che consente l’importazione di un farmaco chiave per il trattamento dell’infezione parassitaria.

Sfortunatamente, oltre ad essere costoso, il trattamento non porta a cure permanenti e la sua efficacia polarizza gli esperti del settore. Come malattia che può essere trasmessa all’uomo (grazie al vettore del parassita, la zanzariera), il Ministero della Salute avvisa che i cani infetti ricevono l’eutanasia.

Tuttavia, ci sono speranze. Gli scienziati dell’Università Federale di Ouro Preto (Ufop) hanno sviluppato un vaccino in grado di immunizzare gli animali e curarli, portando a una cura senza precedenti della malattia. “Presto inizieremo l’ultima fase di test per vedere se il vaccino è efficace riducendo il contagio canino. Se avremo successo, avremo soddisfatto i requisiti per la registrazione e la commercializzazione del prodotto “, afferma Alexandre Reis, coordinatrice del gruppo di ricerca sull’immunopatologia della leishmaniosi Nupeb / Ufop.

Secondo lui, “tra uno o due anni, da questi risultati, la tecnologia dovrebbe essere disponibile per il mercato”.

Alexandre Reis è professore di parassitologia clinica presso la Ufop School of Pharmacy e dirige il progetto da circa 20 anni.

Ottimista, ritiene che il vaccino potrebbe attirare l’attenzione del governo se esiste una combinazione di efficacia desiderata e basso costo per la produzione di massa. “L’unico modo per contenere la malattia è con azioni che abbracciano molti fronti realizzati mirando alla grande popolazione”, conclude.

 

Ti è piaciuta la storia? Condividi questo articolo Questo ci aiuta a diffondere buoni contenuti sui social network. Grazie!

Share