il Nuovo Ponte sul Serchio.

L’errore obbrobrioso fatto dalla Provincia di Lucca e dal suo Presidente Menesini di aver “dimenticato” la scadenza della variante urbanistica è stato sanato dal Comune di Lucca, in tempi brevi.

Dobbiamo dar atto all’assessore Mammini di efficienza e di chiarezza sull’iter successivo per la realizzazione del Ponte e delle necessarie opere accessorie: “La competenza per la realizzazione è provinciale e il tema riguarda anche la realizzazione dell’asse suburbano, della tangenziale di Lucca e, speriamo, del casello di Mugnano”.


Rimediato dal Comune l’errore della Provincia, adesso tutto è di nuovo in mano a Menesini che deve procedere alla realizzazione del Ponte, ma anche alla definizione della viabilità e del nuovo Casello autostradale di Mugnano, da sempre da lui bloccato. Casello sul territorio del Comune di Lucca, che risolverebbe il traffico pesante dell’area artigianale di Mugnano e del paese di San Concordio e che il Menesini tiene bloccato per i suoi “interessi politici” come Sindaco di Capannori.
Per i tempi di realizzazione del Ponte, Menesini ha annunciato pubblicamente pochi giorni fa: “…Una volta che il Comune ha approvato la variante si può emanare il bando. Dopo il bando di gara ci sarà l’aggiudicazione e la consegna dei lavori e poi l’apertura del cantiere, nella primavera 2021″.


Come Riformisti Toscani riteniamo questa previsione molto azzardata, solo fumo per mascherare i danni fatti alla collettività lucchese dall’errore della Provincia.
Vogliamo ricordare quante volte Menesini ha annunciato l’appalto dei lavori:.


7 novembre 2018 : Menesini: “…nel 2019 aprirà il cantiere per il nuovo ponte…”


16 luglio 2019: “Nuovo ponte sul Serchio, a settembre la pubblicazione del bando di gara”
5 febbraio 2020, Menesini: ….. Più in generale dico che il 2020 è l’anno del ponte: pubblicheremo il bando di gara, affideremo i lavori e apriremo i cantieri dell’opera”
Presidente Menesini: nonostante tutto vogliamo credere alla sue nuove promesse, ma se il Cantiere, non aprisse neppure nella primavera del 2021, come da lei annunciato per l’ennesima volta, il 21 giugno, si dimetterà da Presidente della Provincia?

Francesco Colucci, Riformisti per Italia Viva

Share