Il M5S di Lucca non partecipa alla farsa delle elezioni provinciali1200px-PalazzoDucale-Lucca

Domani i consiglieri comunali potranno eleggere i consiglieri delle Provincia di Lucca.

In realtà delle Province è stata abolita la parte buona quella che dava i servizi con gravi disagi per i cittadini e per chi ci lavorava, ma sono stati mantenuti intatti gli sprechi.

La Provincia ha poi subito molti tagli, perché i  per le banche e per gli appalti che interessano si trovano. Ma per i servizi ai cittadini no.

Anzi nel caso delle Provincia la casta si è guardata bene di togliere anche la possibilità di far scegliere ai cittadini, poteva essere sempre un rischio, relegando ai soli consiglieri comunali la possibilità di votare con gli “appattumamenti” del del caso.

Un paradosso, una abolizione di un ente che doveva garantire più servizi con una diversa impostazione e avvicinando i cittadini alla pubblica amministrazione che è servito invece per fare esattamente il contrario.

Resta dunque  intatto il “poltronificio” utile a piazzare politici, parenti e amici per cui non si è trovato il posto in giunta, l’importante è che serva con zelo i padroni del vapore.

A parole tutti i partiti si son riempiti la bocca della volontà di abolire le province, ma non lo hanno fatto e partecipano fieri al voto ed alla spartizione.

Come portavoce eletto nelle file del M5S che ha sempre chiesto l’abolizione, sia nei propositi che nei fatti, non parteciperò al voto.

La COERENZA l’onesta e il rispetto delle esigenze dei cittadini sono delle virtù, ma in questo caso non occorre scomodarle, basta semplicemente non voler prendere per i fondelli i lucchesi partecipando a questo circo, siamo  per una politica per le persone e non per le poltrone, ma domani a rinunciare alla corsa saremo soli.

Massimiliano Bindocci

 

Share