Nuove prestigiose prestazione delle portacolori del Gs Lammari sia in Toscana che sul territorio nazionali, con risultati che portano in casa amaranto un argento ed un bronzo ai Campionati Italiani master e una convocazione nella rappresentativa Toscana master.

Partendo proprio da questa gara nazionale che si è tenuta sabato scorso 6 luglio a Campi Bisenzio, dove per tre giorni si sono disputati appunto i  Campionati Italiani Individuali su Pista Master che ha visto impegnati oltre milletrecento atleti da tutta Italia, tra cui le lammarine Claudia Marzi e Rosella D’Arata. Nonostante il caldo torrido che ha compromesso i tempi, ma non le performance, la nuova scoperta amaranto sulle gare in pista, Claudia Marzi, che gareggiava nella sua categoria F50, è riuscita a salire sul terzo gradino del podio conquistando la medaglia di bronzo nella gara dei 5000 metri chiusa con il tempo di 21’02’’ dietro alla neo campionessa italiana Monia Capelli (Atl Brugnera Pordenone) e a Roberta Maestri (Circolo Minerva Parma). Il giorno successivo, sempre alla stessa manifestazione, Rosella D’arata, anche lei over 50, ha conquistato una meritata medaglia d’argento nella gara del 1500 metri fermando il cronometro a 5’21’’ (dietro alla bresciana Laura Avigo (Atletica Lonato) laureatasi campionessa italiana, staccata di soli tre secondi e davanti alla modenese Monica Barchetti (La Fratellanza 1874).

Per Claudia Marzi, inoltre è arrivata anche la convocazione per far parte della rappresentativa Toscana master.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sempre domenica, ma in Sicilia, Simona Vassallo ha completato la gara dei 1500metri in 4’42”.

Ancora lo stesso giorno, alla mezza maratona Alpe di Susi, 21,097 km. di cui i primi 3 km. asfaltati, poi il resto della mezza maratona va su sentieri sterrati e strade forestali non asfaltat con partenza/arrivo a 1800 metri, toccando il punto più alto del percorso a 2050 metri, da Compatsch  in provincia di Bolzano, l’atleta amaranto Claudia Marietta, ha chiuso la gara in 1h29’31’’ terminando appena fuori dal podio in 4.a posizione, ma 1.a nella categoria F40, continuando a confermare così il momento d’oro della sua splendida forma.

 

Share