il governo riduce il prezzo dei carburanti di 0,25 euro fino alla fine di aprile

Prevista la raiteizzazione delle bollette per le imprese. Il provvedimento vale 4,4 miliardi. Draghi: “Tuteliamo 5,2 milioni di famiglie dagli aumenti”

governo riduce prezzo carburanti di 0,25 euro fino fine aprile
Il premier Mario Draghi

AGI – Il decreto legge energia, approvato dal Cdm, stanzia ulteriori 4,4 miliardi per contrastare l’aumento dei prezzi.

Le accise sui carburanti scenderanno fino a fine aprile di 0,25 euro. I costi saranno quasi tutti a carico delle aziende del comparto energetico che hanno realizzato extra profitti.

Non ci sarà uno scostamento di bilancio e i 4,4 miliardi si aggiungono ai 16 miliardi già stanziati. Mario Draghi illustra in conferenza stampa i provvedimenti per aiutare le famiglie e le imprese, in seguito alla crisi ucraina.

Il numero delle famiglie che continueranno a pagare l’energia come l’estate scorsa sale da 4 a 5,2 milioni. Il tetto Isee per avere i benefici sale da 8 a 12 mila euro. Sarà possibile rateizzare le bollette fino a due anni.

Il decreto legge prevede anche un sostentamento per i profughi che arrivano dall’Ucraina. Ad oggi sono 53.669, per lo più donne e bambini.

“Si prevede – spiega il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Roberto Garofoli – uno stanziamento per l’assistenza sanitaria dei cittadini ucraini e, poiché la maggior parte sta trovando sistemazione nella rete parentale o dei conoscenti (250mila ucraini già vivono in Italia), si prevede, ancorche’ per una durata temporanea, un meccanismo di sostentamento per loro o in favore di chi li accoglie”.

Per Draghi il decreto legge interviene “per aiutare cittadini e imprese, con particolare attenzione per le famiglie più bisognose e alle filiere produttive più colpite. Viene rifinanziata la cassa integrazione per le imprese in difficoltà.

Vengono rafforzati i poteri di Arera per sanzionare fenomeni di speculazione. Viene estesa la garanzia di Sace per l’ex Ilva. Viene migliorato lo strumento del golden power”, che ora sara’ attivabile anche d’ufficio.

Sui profughi in arrivo dall’Ucraina Draghi definisce “incerto” il loro numero, che potrebbe superare quota 67mila.

Il taglio delle accise di 0,25 euro è solo fino a fine aprile “per poter monitorare la situazione” passo dopo passo.

Sui fenomeni speculativi Draghi afferma: “Siamo in una situazione di emergenza, di sicurezza nazionale, questi comportamenti non solo più tollerabili.

Un piccolo passo avanti si è fatto con i provvedimenti approvati oggi, dotando l’Arera di maggiori poteri ispettivi.

Nelle settimane scorse proprio per capire la situazione delle imprese, abbiamo cercato di capire la situazione dei contratti dei più grandi importatori, capire cioè quanto di queste importazioni fossero a contratti a lungo termine già pagati e quanti invece fossero acquisti sul mercato spot.

Questo è importante perché se si pensa a un tetto di prezzo è importante che non si penalizzi l’importatore mettendo un prezzo a livello tale per cui tutto quello che è stato oggetto di contratto e ha già importato viene a essere una fonte di perdita per l’importatore. Ma non ci siamo riusciti. Questo deve cambiare assolutamente”.

Novità anche per i comparti della Pubblica amministrazione che hanno un antivirus russo per l’informatica.

“Riguardo i sistemi di sicurezza informatica – dice il sottosegretario Garofoli – il decreto prevede un obbligo per le Pubbliche amministrazioni di diversificare i prodotti di sicurezza informatica, in particolare gli antivirus e soprattutto quelli legati alla Federazione Russa”.

Infine sulle spese per la Difesa, Draghi conferma la “determinazione” dell’Italia ad arrivare alla cifra del 2% del Pil. Serve però più coordinamento in Europa, perché già oggi la Ue spende 2-3 volte la cifra della Russia.

Taglio accise

Il taglio delle accise sui carburanti ammonta a 25 centesimi e resterà in vigore sino a fine aprile.

Tassazione degli extraprofitti

La tassazione straordinaria degli extra-profitti sara’ del 10%. “Tratterremo una quota del margine tra operazioni attive a fini Iva e operazioni passive a fini Iva” con riferimento all’ultimo semestre dell’anno scorso, ha spiegato il ministro dell’Economia Daniele Franco. “Interverremo dove i margini sono significativi”, ha aggiunto.

Rateizzazione bollette

Possibilità per le imprese di rateizzare le bollette di luce e gas di maggio e giugno fino a 24 rate mensili. In questo senso Sace potra’ rilasciare le proprie garanzie in favore di banche e istituzioni finanziarie entro un limite massimo di impegni pari a 9 miliardi di euro.

No servizi informatici russi per PA

Cambiare l’utilizzo dei sistemi informativi e dei servizi informatici della Pa in modo che “le aziende produttrici di prodotti e servizi tecnologici di sicurezza informatica legate alla Federazione Russa non siano in grado di fornire servizi e aggiornamenti ai propri prodotti appartenenti alle categorie individuate, in conseguenza della crisi in Ucraina”.

Sostegni per accoglienza profughi ucraini

Sostegni per l’accoglienza dei profughi ucraini a Regioni, enti, associazioni e Terzo settore. “Pensiamo di stanziare 400 milioni” per i profughi provenienti dall’Ucraina: “un quarto destinati ai servizi sanitari per chi entrerà in Italia e poi, a lato, stanziamenti per il sistema dell’istruzione per proseguire l’anno scolastico ma anche per accogliere nuovi eventuali alunni”, ha evidenziato il ministro dell’Economia, Daniele Franco.

Share