Il giugno più caldo della storia? Quello del 2019!

di Claudio Vastano

 

L’agenzia statunitense per la meteorologia, il Noaa, ha accreditato che quello di quest’anno è stato il giugno più caldo dell’ultimo secolo e mezzo, ovvero da quando sono divenute disponibili registrazioni storiche attendibili del clima. Secondo i termometri, il mese scorso ha superato di ben 0,95° la media storica. Per cercare il record precedente non dobbiamo tornare troppo indietro nel tempo; nel giugno del 2016, infatti, la temperatura è stata inferiore a quella di quest’anno di soli 0,02°. 

I portavoce del Noaa hanno dichiarato che “l‘Europa ha vissuto il suo giugno più caldo, con una temperatura di 2,93° sopra la media. Il mese scorso è stato da primato in diversi Paesi, come Germania, Austria e Ungheria.”

L’istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del CNR ha stabilito che, almeno per l’Italia, questo è stato il secondo giugno più caldo di sempre. Il primato, almeno per la nostra penisola, appartiene alla tremenda –e per ora imbattuta- estate del 2003. In quell’anno, infatti, la media storica fra battuta addirittura di 3,3°.

Al di là dei confini europei, lo scorso giugno è stato il più caldo di sempre pure in Sud America e in Africa. Per quel che riguarda l’Asia, invece, quello di quest’anno è stato l’ottavo giugno più bollente dal 1880.

Share