Il fiore di Maggio: il Biancospino.31693215_10155587674221814_748411301302108160_n

Il primo maggio oggi è conosciuto soprattutto come la festa mondiale del lavoro e dei lavoratori, istituita dall’Internazionale Socialista nel 1889 in memoria delle vittime degli scioperi che si tennero a Chicago nel 1886, dove si dimostrava per ottenere la giornata lavorativa di otto ore.
Ma questo giorno era festeggiato ancora prima in tutta Europa : i riti del Calendimaggio erano incentrati sulla forza rigeneratrice del Cosmo , simboleggiato da un grande albero, che rappresenta la forza vitale , la fortuna, la salute e la fecondità.
Nella civiltà contadina di un tempo , propiziarsi la natura era indispensabilee, e, senza scomodare i Celti, che festeggiavano questo giorno come l’inizio della “stagione chiara”, anche le nostre genti avevano canti e riti di buon auspicio, per festeggiare l’inizio di un nuovo ciclo stagionale e la rinascita della vegetazione.
Il fiore di questo giorno è il Biancospino, fiore che i Romani chiamavano “alba spina” spina bianca.
I Romani avevano consacrato il biancospino a Maia, che regnava sul mese di Maggio e imponeva la castità, essendo quello il mese delle purificazioni.
Con il cristianesimo, poi, il mese di Maggio venne dedicato alla Madonna e ad essa il biancospino.

Share