Il filo rosso della democrazia: sabato a Querceta una riflessione sui principi della Costituzione Italiana

Il filo rosso della democrazia: sabato a Querceta una riflessione sui
principi della Costituzione Italiana

Sabato 17 febbraio con inizio alle ore 16 in Sala Cope a Querceta si terrà
la conferenza dal titolo “Il filo rosso della democrazia: dalla Repubblica
Romana alla Costituzione Italiana (1849-1948)” promossa dalla Sezione
Versiliese dell’Associazione Mazziniana Italiana (A.M.I.) con il
patrocinio del Comune di Seravezza. Una riflessione sui principi della
nostra Costituzione, entrata in vigore il 1° gennaio 1948, in parallelo
con quelli della Costituzione Repubblicana Romana risalente al 1849.
Nonostante il secolo che le separa, le due carte costituzionali sono
indissolubilmente legate e i loro valori fondamentali sono ancor oggi alla
base della nostra democrazia.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella,
introdurrà alle relazioni il professor Andrea Valpiani, Presidente A.M.I.
Versilia Circolo “M. Raffi”. Interverranno il professor Pietro Finelli,
Direttore della Domus Mazziniana di Pisa, il professor Saulle Panizza,
Docente ordinario di Diritto Costituzionale dell’Università di Pisa e
Presidente del Laboratorio di Cultura Costituzionale. Dopo gli interventi
il pubblico potrà porre domande di chiarimento e approfondimento.

«L’Amministrazione Comunale sostiene con convinzione ogni iniziativa che
provenga da scuole, enti ed associazioni e che tenda a far conoscere la
Costituzione Italiana», commenta il Presidente del Consiglio Comunale di
Seravezza Riccardo Biagi. «Attività che hanno l’effetto di un “lievito
culturale” per la diffusione della conoscenza, dell’amore e del rispetto
dei valori costituzionali. Un plauso quindi alla Sezione Versiliese
dell’Associazione Mazziniana Italiana che, cogliendo l’occasione del
settantesimo anniversario dell’entrata in vigore della nostra Carta, ci
offre un contributo di altissimo profilo».

Share