PUCCINI E LA SUA LUCCA FESTIVAL
Il Festival riapre i concerti serali dal 15 giugno: ingresso gratuito per tutti i cittadini italiani
Per lunedì ecco il Gran Gala Lirico Pucciniano: attese le autorità civili e religiose, oltre al pubblico delle grandi occasioni 
Lucca torna a spiccare tra le eccellenze italiane ripartendo dalla cultura: il Puccini e la sua Lucca Festival sarà la prima manifestazione musicale a riprendere sul territorio nazionale, in una chiesa di San Giovanni accuratamente sanificata e pronta ad accogliere il pubblico in totale sicurezza. L’appuntamento è per lunedì 15 giugno alle 19: per quella data sono attese le autorità civili e religiose della città, oltre ad un grande pubblico che – gestito in modo da garantire il distanziamento sociale anche grazie ai grandi ambienti della chiesa – non vede l’ora di riabbracciare la manifestazione dedicata al Maestro Giacomo Puccini. Quello di lunedì sarà tuttavia soltanto l’incipit: i concerti serali, vero marchio di fabbrica permanente del Festival, riprenderanno secondo la regolare programmazione da lì in poi, con i solisti accompagnati al pianoforte pronti a far immergere il pubblico nelle atmosfere pucciniane.
“Manterremo – commenta Andrea Colombini, Presidente e Direttore artistico del Festival – lo stesso programma previsto prima del lockdown. Questo a dimostrazione del fatto che le organizzazioni serie possono riprendere in qualsiasi momento, in piena sicurezza e nel rispetto delle norme. In questo modo continuiamo a servire la città e la collettività, garantendo un processo di riacquisizione della socialità: in questa fase è la cosa più importante. Stiamo parlando – specifica – di 2 milioni di disoccupati che destano grande preoccupazione: avevo annunciato già ad inizio marzo che questo sarebbe stato il risultato di una chiusura scellerata che ha amplificato un fenomeno gestibile in altri modi, come gli scienziati avevano indicato. Ora però pensiamo a risolvere i problemi: dobbiamo creare opportunità di lavoro per le manifestazioni, gli artisti, la città. Faremo – prosegue – da vero e proprio motore per la ripresa dell’economia e del turismo, anche grazie al fatto che tutti i cittadini italiani potranno entrare gratuitamente ai nostri spettacoli delle 19. Lo stiamo ribadendo attraverso una forte campagna di comunicazione: siamo l’unico Festival in Italia a farlo, anche grazie alle Fondazioni bancarie ed agli enti che ci supportano”.
Il concerto inaugurale del 15 giugno sarà il Gran Gala lirico pucciniano: al pianoforte tornerà il Maestro Diego Fiorini, pronto ad accompagnare il soprano Pascale Coulombe e il tenore Giovanni Cervelli, per un recital totalmente dedicato alle musiche di Giacomo Puccini. Si tratta dello stesso concerto che è stato eseguito, il giorno prima del lockdown, al Grand Hotel Alfonso XIII, a Siviglia, davanti ad una prestigiosa platea internazionale. “Sarà un modo anche simbolico – conclude Colombini – per riprendere esattamente da dove eravamo rimasti, con gli stessi interpreti e lo stesso programma”.

Share