IL DOLCE DI NATALE GARFAGNINO CON FARINA DI CASTAGNE 22729007_1423019244463984_2321795836617701875_n

Non si può dare la ricetta e non si può chiamare panettone perché il panettone è milanese, non si possono dare i pesi degli ingredienti perché è la ricetta segreta di una pasticceria, si può solo dire che è frutto di molte ore di lavorazione e per me e per qualsiasi garfagnino fare 2 + 2 è una cosa veloce, quindi agiremo come fosse una pasimata garfagnina.
Un dolce con una ricetta che richiede ingredienti di prima qualità: farina, uova, zucchero, lievito, latte, uvetta e canditi, sassolino, proviamo a farla anche noi, non credo che faremo una “ciofeca”.
Questa che dò di seguito è la ricetta della pasimata garfagnina con dosi per diverse torte, è una torta povera, una sorta di panettone con poco burro, dolce povero tipico di Pasqua, voi ne calcolerete i pesi e le dosi per una sola torta,aumenterete il burro, ma il procedimento sarà il solito.
1Kg di farina, 400gr di zucchero, 1 hg di burro fatto in casa, 4 uova, 200 gr di uvetta, 50 gr di lievito di birra, un bicchierino di liquore (sassolino), scorza di limone, un quartino di latte.
Il giorno primo si prepara il lievito col latte, fatto col lievito di birra e farina q.b.
Poi aggiungete un ingrediente per volta, la farina e lo zucchero e fate lievitare, mettete le uova e fate lievitare, e così via fino a finire gli ingredienti.
Prendete una teglia con bordi alti e metteteci un pò d’impasto e rifatelo lievitare, dovrebbe gonfiare molto, mettetelo in forno per quaranta minuti a 160° o finquando sarà cotto.
Dimenticavo di dire che all’interno del panettone vi sono anche dei marroni canditi e sopra la glassa, ma sono sottigliezze per provare a farlo, poi spero di scoprire la ricetta.

ricetta di ezio lucchesi

Share