Demografia: il Covid non frena le nascite (+15%), culle piene a Pietrasanta

Tante iniziative introdotto dall’amministrazione per sostenere natalità e famiglie.

La pandemia non frena le nascita a Pietrasanta. La cicogna è arrivata nella Piccola Atene ben 123 volte nel 2020, il 15% in più rispetto ad un anno prima. Nel 2019 i nuovi nati erano stati 107. Le previsioni di statistiche e studi che avevano preannunciato culle sempre più vuote a livello nazionale non sembrano aver colpito la città di Pietrasanta. Il dato è stato elaborato dal Comune di Pietrasanta sulla base della registrazione dei nuovi nati.

 

“Voglio leggerlo come un segnale di grande coraggio di una comunità che non vuole cedere il passo all’incertezza sanitaria, economica e sociale che stiamo vivendo. – ammette il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – In un clima anche di recessione demografica dovuto sicuramente a più fattori, alcuni strutturali della nostra società, è un piccolo segnale di speranza. Per incentivare le nascite, e dare una mano ai neo genitori, la mia amministrazione ha introdotto, tra le prime in Italia, il bonus nuovi nati del valore di 200 euro una tantum per contribuire a sostenere l’impegnativo compito familiare di accudimento dei figli. Il bonus è finalizzato all’acquisto di specifici prodotti per la prima infanzia. E’ quindi molto più estesa la sua possibilità di spesa. E soprattutto è integrativo alle prestazioni offerte dallo Stato come il bonus bebè o il bonus mamma domani. Quindi una non esclude l’altro, ma i benefici possono essere sommati”.

 

L’altra iniziativa attivata dall’amministrazione di Giovannetti è quella relativa al parcheggio rosa gratuito che viene concesso dal 1° giorno del 4° mese, anche dopo la nascita e fino al compimento del 1° anno d’età del bambino, con validità esclusiva sul territorio del Comune, e permette la sosta gratuita senza limite di orario in tutti i posti auto regolamentati da qualsiasi forma di pagamento o regolamentati da disco orario. Le famiglie hanno inoltre la possibilità di presentare l’ISEE (massimo pari ad euro 17.000 pro-capite) per accedere a sconti o a riduzioni sui servizi scolastici.

 

Il dato relativo alle nascite nel 2020 è, va detto, migliore rispetto a quello del 2019 ma inferiore se paragonato al 2015 quando le nascite erano state 147. Dal 2015 ad oggi i nuovi nati sono stati 778 con una media annuale di 129 nati. “Per sostenere la natalità – conclude Giovannetti – la mia amministrazione sta lavorando sul fronte scuola senza sosta per migliorare l’accoglienza, la sicurezza e la funzionalità dei plessi, sul potenziamento dei servizi educativi che possano favorire il più possibile l’integrazione con il lavoro dei genitori oltre ad una serie di misure costanti come sconti o riduzioni per le famiglie legate all’Isee e alla condizione sociale. L’altro elemento è la qualità della vita, la presenza di tanti parchi giochi ben attrezzati e curati, di aree ricreative, di spazi all’aria aperta e della sicurezza percepita. Tutti questi fattori nel tempo aiutano a sostenere le natalità e a ridare fiducia alle famiglie”.

 

Per informazioni www.comune.pietrasanta.lu.it e pagina www.facebook.com/comunedi.pietrasanta?fref=ts

Share