Il Convegno di Giorgio del Ghingaro

Ho partecipato fra molti al Convegno organizzato dal Sindaco di Viareggio Giorgio del Ghingaro al Principe di Piemonte per “raccontrarsi insieme” le esperienze i progetti delle moltissime Liste civiche presenti sulla scena politica Toscana.

 

 

Del Ghingaro ha tracciato una serie di punti programmatici: dalla Sanità all’Ambiente propedeutici ad uno sviluppo consapevole e possibile della Toscana del anni 20 del 2000 e il valore delle esperienze Civiche in un momento di gravi crisi dei Partiti.Presenti esponenti di moltissime liste civiche, Sindaci e Amministratori di tutta la Toscana Progressista.

 

 

Moltissimi gli interventi fra cui quello del Presidente del Consiglio Regionale e del Capogruppo dei 5stelle in Regione, Giannarelli, che ha tratteggiato le cose che dividono ma anche le molte che uniscono nella odierna esperienza Toscana. Hanno portato il saluto il PD regionale ma anche tutte le forze politiche presenti, in particolare Zubbani per il PSI tornato alla ribalta per l’accordo per il Gruppo al Senato con Italia Viva di Matteo Renzi, convitato invisibile ma fortemente presente in sala per il suo ruolo sempre più centrale in Italia ed in Toscana.Ho portato il saluto per +Europa, citando il felice esperimento fatto della lista civica +Capannori che tanto successo ha avuto grazie alla presenza di giovani ambientalisti indipendenti che hanno impressionato la società civile lucchese per i voti e le preferenze raccolte. Ho parlato della crisi dei partiti che in questa estate è divenuta drammatica per le frammentazioni e le nuove divisioni di cui purtroppo soffre anche +Europa che se non sarà convocato un nuovo Congresso Politico pare destinata a dividersi come è di moda in Italia oggi.Conclusioni: azzeccato e tempestivo il tema di questo Convegno perché sembra che dovrà essere il Civismo il nuovo collante per tenere assieme Partiti sempre più rissosi fra loro, incuranti del pericolo neo-fascista cavalcato da Salvini e la Meloni.Oggi ho vissuto una giornata politica molto interessante che potrebbe forse essere decisiva per i nuovi equilibri politici della Toscana progressista

Francesco Colucci

 

Share