“Il consiglio comunale straordinario sulla sicurezza ha confermato,  esiste un problema sicurezza a Capannori

“Il consiglio comunale straordinario sulla sicurezza ha confermato quanto da noi, purtroppo, più volte sottolineato: esiste un problema sicurezza a Capannori e le misure adottate dall’Amministrazione sono insufficienti” così Matteo Petrini, responsabile comunale Fratelli d’Italia.

“L’assessore Miccichè continua a sostenere che gli strumenti utilizzati si stanno rivelando più che efficaci — prosegue Petrini — Ebbene, secondo i dati che la stessa ha fornito su Whatsappiamo Sicurezza, risultano 862 iscritti ai vari gruppi, su un totale di circa 47.000 abitanti. Questo significa che ogni abitante ne dovrebbe rappresentare circa altri 54 e che dovrebbe tenere gli occhi aperti anche per loro. Possibile che l’Amministrazione conti di risolvere il problema sicurezza con numeri del genere? Nemmeno mille iscritti su un totale di 47.000 sono ritenuti un numero incoraggiante? A Marlia, frazione più popolosa del Comune, i membri sono 80; a Lammari 84. Seriamente?”

“Sulla questione telecamere, l’Amministrazione ha confermato la partecipazione a progetti regionali per installare nuovi punti di videosorveglianza… tutti attorno a Piazza Aldo Moro — sostiene Petrini — Sei telecamere alla piscina, 3 nella Piazza e 6 in progetto al Bioparco di Capannori. Ritenendo ovviamente necessario controllare e garantire la sicurezza di Capannori-paese, dove il problema è stato creato negli anni dallo stesso PD, crediamo che anche le altre frazioni necessitino di importanti ed urgenti interventi d’installazione. Perché tutto si concentra solo sull’area circostante il ‘palazzo’?”

“Dispiace che al consiglio la Prefettura non si sia presentata e che le sedute si continuino a fare alle 18, impedendo la partecipazione a numerosi cittadini che lavorano — chiude il responsabile FdI — Quando Fratelli d’Italia entrerà in Consiglio, farà di tutto per far sì che vengano modificati gli orari in modo da facilitare quella partecipazione che per il PD resta solo uno slogan. Stiamo lavorando per le elezioni del 2019 e siamo orgogliosi che l’Onorevole Riccardo Zucconi segua ciò che accade (o non accade) nel nostro Comune, il suo interesse e la sua fiducia ci danno stimolo per continuare a lavorare con serietà per cambiare le cose”.

Share