Il Comune punta a recuperare crediti pregressi nel servizio di refezione scolastica

Partiranno nei prossimi giorni da Lucca Holding Servizi -che dalla scorsa estate si occupa di riscossione dei tributi per conto del Comune- 2.988 lettere ad altrettante famiglie lucchesi che non sono risultate in linea nei pagamenti del servizio di refezione scolastica relativamente agli anni scolastici 2011-2012, 2012-2013 e 2013-2014.

Si conclude così una prima e impegnativa parte del lavoro effettuato dagli uffici dei servizi scolastici per andare a recuperare i crediti del Comune nei confronti di quei cittadini che negli ultimi anni non hanno pagato regolarmente i pasti dei propri figli iscritti alle scuole lucchesi: scuola materna, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado.  Successivamente la stessa operazione sarà effettuata anche sull’ultimo anno scolastico concluso, quello 2014-2015: l’obiettivo dell’amministrazione è infatti quello di tenere via via aggiornato il recupero del credito.

“Anche nel caso dei servizi a domanda individuale come quello della mensa scolastica – spiega l’assessore al bilancio Enrico Cecchetti – procediamo a chiedere a tutti gli utenti che non lo hanno ancora fatto di regolarizzare la propria posizione, mettendosi in pari con i pagamenti. Come abbiamo detto più volte il principio che stiamo perseguendo nella fiscalità locale è infatti quello della equità, e anche questa azione va in questa direzione”.

Sono come detto 2.988 i nuclei familiari che risultano inottemperanti ai pagamenti dei bollettini della mensa negli ultimi anni scolastici, per un totale di 676.051 euro da recuperare al Comune. Nel caso di 509 utenti, le lettere di sollecito del pagamento sono state al momento sospese poiché si tratta di famiglie che non risultano più residenti a Lucca: sono in corso le verifiche anagrafiche del caso e, una volta terminate, anche queste richieste potranno essere recapitate.

Nella lettera ciascun utente intestatario della bolletta troverà il dettaglio delle tariffe non corrisposte ed il totale che dovrà essere pagato entro 10 giorni tramite bollettino postale che viene allegato. Le cifre da corrispondere al Comune sono molto diverse da utente a utente: nella maggior parte dei casi si tratta di cifre che oscillano fra 50 e 250 euro; un centinaio di utenti avranno bollette comprese fa 1.000 e 2.000 euro e in soli 10 casi il dovuto supera i 2.000 euro.

Lucca Holding Servizi informa ciascun utente che il debito potrà essere saldato dilazionando il pagamento attraverso più rate. Ovviamente, essendo la prima volta che il Comune realizza un recupero crediti sul servizio di refezione scolastica relativo ad un periodo pluriennale, potranno verificarsi anche delle anomalie: se il cittadino intestatario della bolletta avesse nel frattempo provveduto a saldare in tutto o in parte il proprio debito potrà mettersi in contatto con gli uffici di Lucca Holding Servizi per ridefinire la propria posizione.
Per ogni altra informazione i cittadini potranno fare riferimento all’ufficio riscossione di via Don Bigongiari a Sant’Anna, aperto la mattina nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì (ore 8.45-13.15) e in orario continuato dalle 8.45 alle 17.15 il martedì e giovedì.
Per prenotare un appuntamento telefonare allo 0583/1971472 o scrivere a: riscossione@luccaholdingservizi.it.

Share