Il Comune di Stazzema vince un bando europeo per istallazione di reti wifi pubbliche sul territorio.

 

Il Sindaco: “Insieme ai cittadini la scelta degli spazi per offrire nuove opportunità per turisti e cittadini”

Il Comune di Stazzema è stato uno dei 221 comuni italiani e 3400 europei vincitori del bando Wifi4Eu, l’iniziativa dell’Unione Europea che finanzia l’installazione di reti wifi gratuite negli spazi pubblici.  Ogni municipalità avrà a disposizione un voucher da 15mila euro per creare gli hotspot necessari all’entrata in funzione delle reti internet e fornire ai cittadini e ai visitatori un accesso a Internet di alta qualità tramite hotspot Wi-Fi gratuiti in spazi pubblici quali parchi, piazze, uffici pubblici, biblioteche. L’iniziativa era stata annunciata nel settembre 2016 dal presidente della Commissione europea, Jean- Claude Juncker, nel discorso sullo Stato dell’Unione. Un progetto che ha l’obiettivo di dare risposte alle crescenti esigenze di connettività dei cittadini europei e di rafforzare la competitività dell’Europa Il voucher da 15mila euro servirà ad affrontare le spese relative alla parte hardware (apparecchiature necessarie all’installazione di impianti Wifi).

“Per lo sviluppo del territorio e dei servizi”, commenta il Sindaco Maurizio Verona, “è necessario superare le difficoltà dei cittadini a reperire una connessione. Oggi il cittadino ed anche il turista ci chiedono connettività e la possibilità di comunicare. Questo bando ci consente di fornire un servizio a cittadini, operatori del settore turistico e visitatori che non vogliono rinunciare alla possibilità di comunicare e di interagire. Valuteremo con cittadini ed operatori del territorio quali siano i luoghi più idonei per l’attivazione del servizio: questo bando si somma al grande investimento fatto in questi anni sulla banda larga che raggiunge già alcuni paese. Un comune dalle risorse limitate come il nostro deve necessariamente continuare a partecipare a bandi per reperire risorse per fare in modo che vivere in montagna sia una scelta che possa valere anche per il futuro perché ci sono servizi che funzionano ed opportunità in cui investire”.

 

Stazzema,  17 maggio 2019

Share