Il Comune di Porcari, socio di LRI, si trova nel cuore della Lucchesia.

Nel Medioevo la città ebbe un notevole sviluppo grazie anche alla sua posizione strategica tra la Via Francigena e la Via Cassia.
Il paese è dominato dal colle della Torretta (107 mt s.l.m) ai cui piedi si trova Villa Grassini, sede degli antichi signori del luogo e stupenda costruzione patrizia, che conserva ancora i fasti di un tempo e dalla monumentale chiesa con il magnifico campanile in marmo bianco dedicato a San Giusto. Nel cuore del Padule di Porcari, in località Fossanera a sud del comune, sono stati rinvenuti resti ben conservati di una costruzione romana del II secolo a.C. e un insediamento di circa 100 masserie romane, oggi parte di un grande parco archeologico all’aperto.
Durante la fase finale della Seconda guerra mondiale, quando gli Alleati attraversarono il fiume Arno e le truppe tedesche si ritirarono sul fronte della Linea Gotica, lasciandosi dietro campi minati e cecchini con l’intenzione di bloccare l’avanzata dei nemici nel territorio, nel territorio di Porcari il comandante della brigata partigiana Arcangelo Toschi installò una linea radio per comunicare con gli alleati. La linea radio, che attraversava le paludi di Fucecchio fino alla pianura lucchese, gli consentì di dirigere in sicurezza l’arrivo degli alleati a Porcari.
Il porcarese Dante Unti, nel settembre del 1943, venne fatto prigioniero dai tedeschi e trascorse diversi anni in un campo lavoro e prigionia.
Il Comune di Porcari da anni lavora con passione, intelligenza e creatività per tenere viva, soprattutto nelle nuove generazioni, la memoria storica di una lotta determinata per la libertà e la democrazia.
Liberation Route Europe

Comune di Porcari

 

Share