Il comune di Pescia adotta la linea della prudenza e della prevenzione : arriva l’obbligo della mascherina anche all’aperto nelle zone mercatali e di affluenza simultanea di molte persone
Mentre in Italia il presidente di Anci De Caro, a nome di tutti i comuni italiani, chiede un provvedimento complessivo e unico da parte del governo, alcuni comuni italiani hanno già emesso l’ordinanza che obbliga le persone a usare anche all’aperto le mascherine, intese come strumento di protezione contro il covid.
A questi comuni si aggiunge anche il comune di Pescia che ha firmato con l’assessore anziano Aldo Morelli il provvedimento che obbliga i cittadini a indossare le mascherine in determinate zone del territorio, principalmente quelle dove si teme ci possano essere assembramenti per le varie iniziative natalizie
Nell’ordinanza, firmata oggi (2-12-21) da Aldo Morelli, si dice esplicitamente che l’obbligo riguarda i cittadini nelle “Zone di area mercatale di tutto il territorio del comune di Pescia, nonchè nelle zone relativamente interessate da eventi pubblici all’aperto come: luna park, mercatini, fiere, mostre ed ogni altro tipo di evento pubblico”.
“Per motivi di cautela e prevenzione, crediamo opportuno introdurre di nuovo questo obbligo che dovrà essere rispettato da tutti- spiega Aldo Morelli- e per il quale verranno fatti controlli e che riguarda essenzialmente zone e aree dove ci potrebbe essere qualche assembramento oppure dove le persone sono a contatto ravvicinato.  Ci auguriamo che un  provvedimento di questo e a carattere generale sia preso dal governo, dopo la richiesta dei comuni italiani, visto che il problema è per tutti lo stesso e non è molto bello vedere distinzioni o fughe in avanti o indietro. Da parte nostra, anche se i numeri non sono particolarmente gravi, quello che sta succedendo in Italia e nel mondo ci induce alla cautela. Non è allarmismo ma prudenza e anche un monito a tutti quelli che minimizzano o addirittura negano la pericolosità della pandemia”.

Il provvedimento avrà validità dal 4 dicembre fino al prossimo 9 gennaio, quando verrà fatto il punto della situazione e verranno valutate le azioni da adottare rispetto alla situazione del momento.

Share