Il Comune di Lucca aderisce al Comitato promotore della Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità

Il Comune di Lucca ha aderito al Comitato promotore della Marcia Perugia-Assisi della pace e della fraternità, che si svolgerà il 24 aprile prossimo.

La giunta ha infatti voluto accogliere l’invito del Coordinamento nazionale degli Enti locali per la Pace e i Diritti Umani, che riunisce i Comuni, le Province e le Regioni impegnate in Italia a promuovere la solidarietà e la cooperazione internazionale.

Considerato che dal 24 febbraio, la guerra in Ucraina avanza facendo strage di vite innocenti, riducendo le città in cimiteri e che, ogni giorno che passa, lo scontro s’innalza e la guerra diventa più disumana e cieca distruggendo ogni residuo spazio di pace, l’amministrazione condanna fermamente l’aggressione militare dell’Ucraina scatenata dalla Federazione Russa ed esprime piena solidarietà con gli ucraini, con i russi che si oppongono alla guerra e con le vittime di tutte le guerre dimenticate che continuano a insanguinare il mondo.

In questo contesto la Marcia della pace intende raccogliere e rilanciare il grido di Papa Francesco contro la prosecuzione della guerra: “Fermatevi! La guerra è una follia” e si configura come un importante esercizio di educazione civica teso a formare giovani costruttori e costruttrici di pace, ovvero persone capaci di prendersi cura degli altri e del pianeta.

Oltre all’adesione al Comitato promotore, l’amministrazione intende valutare la realizzazione di ulteriori forme di sostegno all’iniziativa, che possano vedere il coinvolgimento dei giovani e delle scuole del territorio, nonché di valorizzazione di esperienze di economia civile, circolare, sostenibile, sociale e solidale in corso nella città di Lucca.

 

Share